Isis avanza in Iraq Siria e Libia, Occidente rivede strategia

(AGI) - Roma - La diplomazia internazionaleriesaminera' domani la strategia anti-Isis alla lucedell'avanzata jihadista in Iraq, Siria e Libia. L'occasione e' 

(AGI) - Roma, 1 giu. - La diplomazia internazionaleriesaminera' domani la strategia anti-Isis alla lucedell'avanzata jihadista in Iraq, Siria e Libia. L'occasione e'la riunione ministeriale a Parigi dei rappresentanti dei Paesidella coalizione internazionale che discutera' della situazionemilitare, politica e umanitaria in Iraq, ma anche delloscenario sempre piu' preoccupante in Siria. Non ci sara' ilsegretario di Stato americano, John Kerry, di rientro negli Usadopo essersi rotto domenica il femore per una caduta inbicicletta nell'Alta Savoia francese, , e che da Ginevra staper essere trasferito a Boston. Ci sara' invece il premieriracheno, Haidar Al Abadi. Nonostante l'impegno degli esercitidei due Paesi e i continui bombardamenti della coalizione, lespietate milizie dell'Isis hanno ha guadagnato sempre piu'terreno tanto in Iraq che in Siria, dove ora controllano alcunezone chiave. In Siria, l'Isis sta avendo il sopravventosull'esercito di Bashar al- Assad, ma anche sugli altri gruppiribelli. E' di queste ore la notizia che i miliziani hannopreso il controllo di varie localita' nel nord della Siria, ilche apre loro la strada verso la Turchia, un passo di enormeimportanza strategica. Lo aiutano, seppure in manieraindirettta, le rivalita' regionali: Arabia Saudita, Turchia,Qatar, Iran che alimentano la violenza approfittano del caosper perseguire i propri interessi. In Iraq ci sono stati almeno40 morti e 25 feriti in attentato suicida contro la basemilitare governativa di al-Mazni a Falluja, seconda citta'della provincia occidentale sunnita di al-Anbar. Nellaprovincia e' in corso da una decina di giorni la controffensivaper riconquistare il capoluogo Ramadi, espugnato dai jihadistidell'Isis. Stando a fonti delle forze di sicurezza irachene ilkamikaze e' riuscito a penetrare nell'installazione a bordo diun fuoristrada blindato Hummer e si e' fatto saltare in aria.Le vittime erano membri delle unita' speciali della poliziaoppure della Mobilitazione Popolare, la coalizione di miliziesciite alleate delle truppe regolari. Del resto, l'offensivacontro l'Isis per riconquistare Ramadi sembra conoscere unabattuta di arresto, mentre la situazione umanitaria peggiora ei rifornimenti scarseggiano. Ne' appare piu' rassicurante lasituazione in Libia, dalle cui coste tra l'altro partono lagran parte dei barconi di migranti diretti verso l'Europa. Lemilizie Alba della Libia si sono ritirate dalla regione di alJaffra, dove si trova unabase aerea strategicamente molto importante, lasciando la zonadi fatto nelle mani dell'Isis. .