Iran: Wsj, Israele ha spiato i negoziati per farli saltare

(AGI) - Washington, 24 mar. - I rapporti tra l'amministrazioneObama e l'appena confermato premier israeliano, BenjaminNetanyahu sono destinati a peggiorare e non a migliorare. IlMossad ha spiato i negoziati sul programma nucleare iranianotra le delegazioni di Teheran e quelle dei cosiddetti "5+1"(Usa, Russia, Gran Bretagna, Francia, Cina e Germania) conl'obiettivo dir saltare le trattative ed impedire che siriuscisse a raggiungere un'intesa. Il tutto passando le informazioni segrete ottenute a membridel Congresso Usa, a maggioranza repubblicana, contrari adun'intesa, per boicottare il tentativo della Casa Bianca diraggiungere un accordo. E' quanto rivela

(AGI) - Washington, 24 mar. - I rapporti tra l'amministrazioneObama e l'appena confermato premier israeliano, BenjaminNetanyahu sono destinati a peggiorare e non a migliorare. IlMossad ha spiato i negoziati sul programma nucleare iranianotra le delegazioni di Teheran e quelle dei cosiddetti "5+1"(Usa, Russia, Gran Bretagna, Francia, Cina e Germania) conl'obiettivo dir saltare le trattative ed impedire che siriuscisse a raggiungere un'intesa. Il tutto passando le informazioni segrete ottenute a membridel Congresso Usa, a maggioranza repubblicana, contrari adun'intesa, per boicottare il tentativo della Casa Bianca diraggiungere un accordo. E' quanto rivela il Wall Street Jorunalrivelando l'irritazione dell'amministrazione Obama: "Una cosae' che Usa ed Israele si spiino a vicenda. Un'altra e' cheIsreele rubi segreti Usa e li rigiri a congressisti americaniper minare gli sforzi della diplomazia Usa", ha riferito unafonte diplomatica. La Casa Bianca, riferisce il Wsj, e' venutaa conoscenza dell'attivita' di spionaggio senza scrupoli delloro - finora - principale alleato nella regione solo quantol'intelligence Usa ha intercettato le comunicazioni tra ifunzionari israeliani che erano in possesso di informazioniriservate sui colloqui confidenziali tra la delegazioneiraniana e quella americana. Israele si e' difesa smentendo di aver spiato direttamentei colloqui e sostenendo di aver ottenuto informazioni con altrimezzi, inclusa una stretta sorveglianza dei capi delladelegazione iraniana quando questi ricevevano le offertenegoziali degli americani e dei Paesi europei. "In particolarela Francia - sottolinea il Journal - e' stata molto piu'trasparenti con Israele sulle discussioni a porte chiuse diquanto lo siano stati gli americani". Netanyahu e l'ambasciatore israeliano a Washington, RonDermer, erano consapevoli che passando le informazioni allalobby al Congresso contraria ai negoziati con l'Iran sisarebbero inimicati Obama. Ma visto che i rapporto erano gia'pessimi, decisero che a questo punto, visto quanto era in giocodal loro punto di vista, ne valeva la pena. Ma la campagna non funziono' perche' molti democratici,seppur vicini alla lobby ebraica, si irritarono per il giocosporco del governo israeliano, alle spalle della Casa Bianca.(AGI) .