India: prete condannato a 40 anni per stupro 12enne

New Delhi - In India un prete cattolico è stato condannato a 40 anni di carcere per aver ripetutamente stuprato una 12enne nella sua parrocchia. I fatti avvennero nel 2014 nello stato meridionale del Kerala. Sanil K. James, 37 anni, è stato riconosciuto colpevole delle violenze sessuali sulla bambina ripetutesi per per due mesi. La corte ha emesso due sentenze di condanna a 20 anni, la prima secondo quanto previsto dall'Atto di protezione dei bambini dai reati sessuali e l'altro, secondo una sezione separata del diritto penale relativa alle violenze sessuali sui bambini, introdotta dalla recente riforma della legge in materia.

Il tribunale ha anche ordinato al governo del Kerala di risarcire la famiglia della bambina con l'equivalente di 4.500 dollari, prelevandoli dal Fondo istituito dal governo per le vittime degli abusi. Il sacerdote è indagato anche per un altro caso ai danni di una minorenne. (AGI)