Immigrati: Onu, raddoppiati gli arrivi in Europa

(AGI) - Ginevra, 1 lug. - Un autentico tsunami di 137.000disperati nei soli primi mesi del 2015 ha attraversato ilMediterraneo per raggiungere l'Europa. Lo riferisce l'AgenziaOnu per i profughi, Unhcr, sottolineando che il numero e'cresciuto di ben l'83% rispetto ai primi sei mesi del 2014 "L'Europa sta vivendo una crisi dei profughi di proporzionistoriche", ha detto l'agenzia Onu. In Italia, dove nel 2014erano sbarcati 170.000 migranti, nei primi sei mesi del 2015gli arrivi hanno raggiunto quota 67.500. In Grecia gli arrivisono gia' nettamente aumentati (68.000) rispetto a tutto l'annoscorso (43.500). Oltre

(AGI) - Ginevra, 1 lug. - Un autentico tsunami di 137.000disperati nei soli primi mesi del 2015 ha attraversato ilMediterraneo per raggiungere l'Europa. Lo riferisce l'AgenziaOnu per i profughi, Unhcr, sottolineando che il numero e'cresciuto di ben l'83% rispetto ai primi sei mesi del 2014 "L'Europa sta vivendo una crisi dei profughi di proporzionistoriche", ha detto l'agenzia Onu. In Italia, dove nel 2014erano sbarcati 170.000 migranti, nei primi sei mesi del 2015gli arrivi hanno raggiunto quota 67.500. In Grecia gli arrivisono gia' nettamente aumentati (68.000) rispetto a tutto l'annoscorso (43.500). Oltre al dato record sugli arrivi, in forte aumento e'anche il numero dei morti durante le traversate che sono gia'1.867 in questi sei mesi, di cui 1.308 soltanto ad aprile.L'intensificazione delle operazioni di soccorso con lacollaborazione di unita' di vari Paesi europei ha permesso diridurre il numero dei morti a 68 a maggio e a 12 a giugno. "Conle giuste politiche, sostenute da un'efficace rispostaoperativa, e' possibile salvare piu' vite in mare", haosservato l'Alto commissario per i rifugiati, Antonio Guterres. Lo stesso Guterres ha sottolineato che "la maggior partedelle persone che arrivano per mare in Europa sono profughi checercano protezione da guerre e persecuzioni". Un terzo degliarrivi in Italia e Grecia del 2015 proveniva dalla Siria mentreun 12% era originario dell'Afghanistan e un altro 12%dell'Eritrea. Altri Paesi di provenienza sono Somalia, Nigeria,Iraq e Sudan. Nei primi sei mesi del 2014 gli arrivi erano stati 75.000ma poi raddoppiarono nella seconda meta' dell'anno e questo fapensare che nei mesi estivi i numeri possano salire ancora. Il rapporto saluta con favore la decisione dell'Ue diredistribuire fra gli Stati membri 40.000 richiedenti asilosiriani ed eritrei gia' arrivati in Europa. (AGI)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it