Immigrati: drammaturgo Lustgarten, "Gb vuole solo benefici da Ue"

(AGI) - Roma, 28 mag. - La Gran Bretagna e' contraria allaproposta della Commissione Ue di redistribuire i rifugiatigiunti in Europa dopo il 15 aprile. Il ministro per lo Sviluppointernazionale, Justine Greening, lo ha affermato chiaramentealla Bbc: "Non accetteremo il piano Ue. La nostrapreoccupazione e' che questo approccio finisca semplicementeper attirare piu' migranti". Cosa succedera' a meta' giugno alConsiglio dei ministri europei dell'Interno? Sullaredistribuzione Francia, Spagna e Polonia seguiranno la lineapolitica della Gran Bretagna?La posizione britannica sta comunque creando un dibattito aLondra e dintorni. Nicholas Farage, primo alle elezioni

(AGI) - Roma, 28 mag. - La Gran Bretagna e' contraria allaproposta della Commissione Ue di redistribuire i rifugiatigiunti in Europa dopo il 15 aprile. Il ministro per lo Sviluppointernazionale, Justine Greening, lo ha affermato chiaramentealla Bbc: "Non accetteremo il piano Ue. La nostrapreoccupazione e' che questo approccio finisca semplicementeper attirare piu' migranti". Cosa succedera' a meta' giugno alConsiglio dei ministri europei dell'Interno? Sullaredistribuzione Francia, Spagna e Polonia seguiranno la lineapolitica della Gran Bretagna?La posizione britannica sta comunque creando un dibattito aLondra e dintorni. Nicholas Farage, primo alle elezionieuropee, ma con un solo seggio alla Camera dei Comuni, vuole laGran Bretagna al di fuori della Ue. La regina Elisabetta eCameron hanno promesso un referendum sull'Unione Europea entroil 2017. La Manica sara' il confine a nord ovest dell'Europa? Anders Lustgarten, drammaturgo, autore dell'opera 'Lampedusa',che ha acceso a Londra con successo i riflettori sulla tragediadei migranti, e' molto critico con il Governo Cameron ("il piu'crudele della storia"), anche sul problema delle quote diredistribuzione: "La soluzione piu' giusta e piu' praticasarebbe quella di distribuire i migranti in tutti i Paesi dellaUe, in proporzione alla ricchezza dei singoli Paesi. Ma lavisione di Cameron e dei Conservatori al Governo e' disostanziale disprezzo per l'Europa. Loro dalla Ue vogliono soloottenere manodopera a basso costo e penetrare mercati piu'grandi. Ma se vogliono i benefici, dovrebbero essere obbligatianche a condividere le responsabilita'". "Il problema - prosegue Lustgarten - e' che, in tempi diausterity, c'e' nell'opinione pubblica preoccupazione perl'impatto che questi immigrati potrebbero avere per quantoriguarda l'occupazione e i servizi sociali. Bisognerebbeaffrontare una discussione seria sui temi della demografia,dell'occupazione, dei carichi fiscali e dei servizi sociali.Non dimenticando che le nostre economie si fermerebbero senzagli immigrati. Ma e' difficile discutere con palloni gonfiaticome Farage e Orban che propagano solo l'odio xenofobo".(AGI) Mal (Segue)