Immigrati: Austria respinge critiche, "Italia controlli transiti"

(AGI) - Vienna, 15 giu. - L'Austria non ha chiuso la suafrontiera con l'Italia e i respingimenti di migranti senzadocumenti sono una procedura "di routine" che si applica daanni: lo ha detto un portavoce del ministero dell'Interno aVienna. "Quando ci sono controlli e si trova (in Austria)qualcuno sprovvisto di un permesso di soggiorno legale nell'Ue,lo si rispedisce al Paese da dove e' entrato", ha sintetizzatoKarl-Heinz Grundboeck. Il portavoce ha precisato che Vienna non impone controllialle frontiere, nel rispetto degli accordi di Schengen, manello "spazio alla frontiera" e che questa pratica non

(AGI) - Vienna, 15 giu. - L'Austria non ha chiuso la suafrontiera con l'Italia e i respingimenti di migranti senzadocumenti sono una procedura "di routine" che si applica daanni: lo ha detto un portavoce del ministero dell'Interno aVienna. "Quando ci sono controlli e si trova (in Austria)qualcuno sprovvisto di un permesso di soggiorno legale nell'Ue,lo si rispedisce al Paese da dove e' entrato", ha sintetizzatoKarl-Heinz Grundboeck. Il portavoce ha precisato che Vienna non impone controllialle frontiere, nel rispetto degli accordi di Schengen, manello "spazio alla frontiera" e che questa pratica non e' nuovaperche' viene applicata da anni. Grundboeck ha sottolineato chee' un problema che riguarda l'Italia se lascia transitarepersone sprovviste di documenti validi verso altri Paesidell'Ue. Comunque il portavoce ha riconosciuto che l'accumulodi migranti alla frontiera italiana negli ultimi giorni e'dovuto all'aumento dei controlli seguiti al vertice del G7, inGermania, e al fatto che il numero di migranti senza documentie' in questo momento maggiore che negli ultimi anni. La polizia austriaca ha intercettato domenica 24 migrantiin gran parte eritrei, che erano entranti poco prima nel Paese,e li ha rispediti subito in Italia. Alcuni di costoro hannodenunciato di essere stati maltrattati dagli agenti austriaci,ha scritto il quotidiano Kurier. (AGI) .

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it