Il boia di Charleston confessa "Volevo una guerra razziale"

(AGI) - Roma, 19 giu. - Il 21 enne Dylan Roof ha confessato lastrage nella chiesa di Charleston, in South Carolina, spiegandoche voleva scatenare "una guerra raziale": lo ha riferito laCnn. Il giovane era stato arrestato giovedi' in North Carolina,poche ore dopo il massacro di nove afroamericani. Secondo duefunzionari di polizia citati dalla Cnn, Dylann Roof ha ammessodi aver sparato e ucciso nove persone nella chiesa metodistaEmanuel African. Inoltre ha riferito di aver comprato luistesso in un negozio, nell'aprile scorso, la pista calibro 45usata per la strage. In precedenza altre fonti

(AGI) - Roma, 19 giu. - Il 21 enne Dylan Roof ha confessato lastrage nella chiesa di Charleston, in South Carolina, spiegandoche voleva scatenare "una guerra raziale": lo ha riferito laCnn. Il giovane era stato arrestato giovedi' in North Carolina,poche ore dopo il massacro di nove afroamericani. Secondo duefunzionari di polizia citati dalla Cnn, Dylann Roof ha ammessodi aver sparato e ucciso nove persone nella chiesa metodistaEmanuel African. Inoltre ha riferito di aver comprato luistesso in un negozio, nell'aprile scorso, la pista calibro 45usata per la strage. In precedenza altre fonti avevano riferitoche la pistola Glock gli fosse stata regalata dal padre per ilsuo compleanno. Roof e' stato trasferito in aereo dal North Carolina ed e'ora rinchiuso nel carcere di Charleston. Alcune foro lomostrano mentre viene fatto entrare in aereo con la tipicadivisa a strisce orizzontali bianche e nere dei detenuti. (AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it