I carnefici occidentali di Isis, tra i boia anche un francese e un gallese

(AGI) - Roma - Oltre alle migliaia di persone chedall'Europa si sono uniti agli jihadisti di Isis per combatterein Siria ed  [...]

(AGI) - Roma, 17 nov. - Oltre alle migliaia di persone chedall'Europa si sono uniti agli jihadisti di Isis per combatterein Siria ed Iraq ce ne sono altri che hanno partecipatodirettamente alla decapitazione dell'ostaggio statunitensePeter Kassig e di un'altra quindicina di soldati siriani. Ungiovane francese e' stato riconosciuto con certezza dal governodi Parigi nella squadra di 'boia' al soldo dello StatoIslamico, comparsi nell'ultimo video dell'Isis. Mentre uno studente di medicina gallese, la cui identita'e' stata svelata oggi dal Daily Mail ed inizialmentericonosciuto anche dal padre e' ora in forse dopo chequest'ultimo ha ritrattato. E' questa la novita' emersa ilgiorno dopo la diffusione del macabro video in cui molti uominiappaiono a volto scoperto, una novita' che conferma come l'Isiscostituisca a essere un magnete per tanti giovani occidentaliche subiscono il fascino della guerra santa. La Francia ha confermato che un 22enne francese, MaximeHauchard, faceva probabilmente parte del commando. Il ministrodell'Interno, Bernard Cazeneuve, ha detto che "esiste unaprobabilita' molto forte" che uno dei miliziani alle spalledegli ostaggi in ginocchio sia "Hauchard, nato nel 1992,originario di una localita' del dipartimento di Eure, inNormandia, e partito per la Siria nell'agosto 2013 dopo unsoggiorno in Mauritania nel 2012". Il giovane, di formazionecattolica ma convertito all'Islam a 17 anni, era seguito daiservizi segreti. Lo scorso giugno, in un'intervistato su Bfm Tvvia Skype, aveva raccontato che si trovava nella citta' diRaqqa e che voleva "morire da martire". Era nel mirino deiservizi segreti dopo un viaggio in Mauritania tra l'ottobre2012 e il maggio 2013, per migliorare la sua formazionereligiosa. Di ritorno in Francia, e di fronte al crescentefenomeno del jihadismo, il 17 agosto 2013 era partito allavolta della Siria, via Turchia, sotto il pretesto di volerpartecipare ad azioni umanitarie: li' si e' unito alle filedell'Isis e ha cominciato a farsi chiamare Abou AbdallahAl-Daransi. Secondo una fonte dell'intelligence, si stacercando di accertare la presenza di un secondo francese nelvideo. Il procuratore della repubblica francese, FrancoisMolins, terra' una conferenza stampa nel pomeriggio. L'altro terrorista individuato nel video e' Nasser Muthana,20 anni, originario di Cardiff in Galles. Il padre inizialmenteaveva detto di "non essere certo ma sembra mio figlio. Ora devetemere Allah per aver ucciso tanta gente. Come puo' pensare dipresentarsi dinanzi Allah se sta uccidendo vite umane. Deveessere un passo: questo o qualcos'altro di sbagliato". Poi hafatto inspiegabilmente retromarcia: "Questo qui' ha un nasopiu' grande, mio figlio ne ha uno diverso", ha detto AhmedMutan alla Bbc. Ora nelle mani di Isis resta un ultimo ostaggio americano:una giovane volontaria di 26 anni rapita nel 2013 in Siria, dicui non e' mai stata resa nota l'identita'. (AGI).