Hacker scatenati in Cina: Apple Store sotto attacco, arriva malware XcodeGhost

(AGI) - Pechino - Apple Store e' finita sotto attaccodei pirati informatici in Cina. Lo ha confermato l'azienda diCupertino, secondo cui  

(AGI) - Pechino, 21 set. - Apple Store e' finita sotto attaccodei pirati informatici in Cina. Lo ha confermato l'azienda diCupertino, secondo cui i pirati informatici hanno inserito unmalware in alcune applicazioni per iPhone e iPad per convinceregli utenti a usare versioni contraffatte del softwaresviluppato dalla Apple. Il programma usato dagli hackers sichiama XcodeGhost e permetterebbe di ottenere dati daidispositivi mobili. L'attacco viene considerato il primo sularga scala nei confronti del gruppo di Tim Cook. Tra leapplicazioni infettate dal virus ci sono alcune tra le piu'popolari in Cina, come la piattaforma di messaggisticaistantanea di WeChat e quelle relative ai locali servizi ditaxi a chiamata, che sono gia' state rimosse dall'App Store. Ilgruppo fondato da Steve Jobs ha poi confermato di essere gia'al lavoro con gli sviluppatori per ricostruire le app infettatedal virus. Non e' il primo attacco ai danni della Apple inCina: agli inizi di settembre, i pirati informatici attraversoun malware noto come "KeyRaider", erano entrati in possesso di225mila account Apple, la maggiore parte dei quali in Cina,prima di essere scoperti dal gruppo di sicurezza informaticaPalo Alto Networks, che avevano individuato attivita' inusualisu un alto numero di dispositivi mobili. .