Grecia: oggi vertice dell'Eurogruppo Telefonata Renzi-Merkel

(AGI) - Roma, 20 feb. - Oggi si riunisce a Bruxellesl'Eurogruppo per valutare la richiesta di Atene di estendere disei mesi il programma di prestiti. Una riunione preceduta da uncolloquio telefonico tra il Presidente del Consiglio MatteoRenzi e la Cancelliera tedesca Angela Merkel. I due leader disono confrontati sulla situazione greca e hanno fatto un girod'orizzonte sulla crisi libica e sull'Ucraina. La Germania e' divisa. Ieri e' circolato un testo preparatoda Berlino in vista dell'Eurogruppo di oggi, su cui vi erascritto che la richiesta greca di un'estensione di sei mesi delprogramma

(AGI) - Roma, 20 feb. - Oggi si riunisce a Bruxellesl'Eurogruppo per valutare la richiesta di Atene di estendere disei mesi il programma di prestiti. Una riunione preceduta da uncolloquio telefonico tra il Presidente del Consiglio MatteoRenzi e la Cancelliera tedesca Angela Merkel. I due leader disono confrontati sulla situazione greca e hanno fatto un girod'orizzonte sulla crisi libica e sull'Ucraina. La Germania e' divisa. Ieri e' circolato un testo preparatoda Berlino in vista dell'Eurogruppo di oggi, su cui vi erascritto che la richiesta greca di un'estensione di sei mesi delprogramma di aiuti - sulla carta un avvicinamento allerichieste di Bruxelles - sarebbe in realta' un "cavallo diTroia" con "enormi spazi di interpretazione", volto ad ottenereun prestito ponte. Il tedesco Guenther Oettinger, commissario Ue all'Energiaprevede che la Grecia possa raggiungere un accordo solo lasettimana prossima al vertice Ue dei capi di Stato e digoverno. "Siamo lavorando per far restare la Grecianell'Eurozona" spiega Oettinger. "Su questa base penso che unaccordo resti possibile nei prossimi otto giorni, se necessarioattraverso un nuovo vertice dei capi di stato de di governo". Intanto il Portogallo spalleggia la Germania in vistadell'Eurogruppo sulla Grecia. Il ministro delle Finanze diLisbona, Maria Luis Albuquerque, intervistata dal giornaletedesco Handelsblatt, insiste sulla necessita' che Atenerispetti in pieno le condizioni previste dall'attuale piano disalvataggio. "C'e' una cornice - dice il ministro lusitano -entro la quale stiamo preparando i colloqui con il governogreco. Questa cornice e' l'attuale programma di aiuti, che sipuo' estendere". "Non siamo - aggiunge - preparati a discuterealtre condizioni. Tutti concordano su questo, tutti i 18 paesidell'Eurozona, inclusa la Bce e il Fmi". Il ministro delle Finanze austriaco, Hans Joerg Schelling,ha detto invece che la richiesta della Grecia "deve rispettaretutte le condizioni" del piano di salvataggio. "Possiamodiscutere un nuovo programma con nuove condizioni - dice ilministro - ma l'attuale programma dev'essere completato". Il ministro delle Finanze finlandese, Antti Rinne, e'ottimista: "la scorsa notte uno spiraglio si e' aperto in vistadi un accordo, in modo che la Grecia possa proseguire con unprogramma che rafforzi la sua crescita". Helsinki e Berlino inprecedenza avevano respinto la proposta di Atene diun'estensione di sei mesi del programma di aiuti. (AGI).