Gomitata a una parlamentare, il premier canadese nella bufera

Trudeau si è poi scusato ma l'opposizione denuncia, "arrogante"

Ottawa - Furiose polemiche, in Canada, per la maldestra gomitata che il premier, Justin Trudeau, ha rifilato a una parlamentare dell'opposizione durante un'accesa seduta alla Camera dei Comuni. Malgrado il primo ministro si sia scusato, l'opposizione e' tornata alla carica, denunciandone l'"attitudine arrogante e irrispettosa". Il fattaccio e' avvenuto durante la discussione sul controverso progetto di legge sul suicidio assistito.

Come mostra un video subito diventato virale, un premier piuttosto nervoso attraversa a grandi passi l'emiciclo e afferra per un braccio un deputato conservatore, Gord Brown, apparentemente per ricondurlo al suo posto e accelerare il voto. Ma mentre lo strattona, colpisce col gomito un'altra parlamentare, Ruth Ellen Brosseau, del Nuovo Partito Democratico (Ndp).

L'incidente scatena confusione e proteste; e mentre Trudeau si fa avanti di nuovo, il leader dell'Ndp, Tom Muclair, gli punta contro un dito, urlando "sei patetico!". Lo speaker e' costretto a richiamare all'ordine e ala fine Trudeau, con l'aria mortificata, fa mea culpa: "ho toccato la deputata mentre allungavo il braccio. Non volevo fare male o colpire nessuno. Mi scuso senza riserve". (AGI)