Studentessa italiana uccisa a sprangate a Ginevra

Aveva 29 anni. Vittima di un tentativo di rapina, era a Ginevra per un dottorato di ricerca

Studentessa italiana uccisa a sprangate a Ginevra

Roma- Una studentessa italiana di 29 anni, Valentina Tarallo di La Loggia, nel Torinese, è stata uccisa a sprangate a Ginevra durante un tentativo di rapina. La giovane stava rientrando a casa, intorno alle 23, quando è stata attaccata da un uomo che ha cercato di portarle via la borsa. La giovane è morta per ferite alla testa dopo il ricovero in ospedale.

Tristezza tra i torinesi a Ginevra

L'aggressione, cui hanno assistito alcuni passanti, è avvenuta lungo il viale La Croisette nei pressi di un ospedale psichiatrico. L'uomo, secondo il quotidiano Le Matin, è fuggito e ha abbandonato sul posto l'arma del delitto, un oggetto di metallo lungo 60-70 centimetri. La giovane, laureata in Biotecnologie all'università di Torino, si trovava in Svizzera per un dottorato in Fisiologia cellulare e metabolismo. La polizia cerca un uomo di origine africana tra i 20 e i 30 anni alto circa um metro e 90.  (AGI)