Gaza: lanci di razzi e nuovi raid Diplomazia al lavoro per tregua

(AGI) - Gerusalemme, 17 nov. - E' finita come previsto alle 15ora locale la tregua umanitaria concordata tra Hamas e israelee, subito dopo,

Gaza: lanci di razzi e nuovi raid Diplomazia al lavoro per tregua
(AGI) - Gerusalemme, 17 nov. - E' finita come previsto alle 15ora locale la tregua umanitaria concordata tra Hamas e israelee, subito dopo, sono ripresi i lanci dei razzi da Gaza e sonorisuonati le sirene ad Ahskelon e nella regione circostante. Contemporaneamente, tramite il suo account su Twitter ilpremier Benjamin Netanyahu si e' detto contrario a un'eventualeestensione della tregua umanitaria e ha preannunciato che iraid israeliani riprenderanno immediatamente, in rispostaall'offensiva di Hamas. E infatti fonti locali a Gaza hannogia' riferito, sempre su Twitter, della ripresa deibombardamenti. Intanto giunge una parziale smentitaall'annuncio di una nuova tregua domani dalle 6 di mattina (le5 in Italia) sia dai palestinesi che da fonti israeliane."Progressi sono stati fatti ma non c'e' ancora accordo per uncessate il fuoco", hanno riferito alti dirigenti di Hamas eJihad islamica, citati da Haaretz. "Non abbiamo alcunainformazione al riguardo", aveva dichiarato un portavoce diHamas, Fawzi Barhum. Fonti israeliane hanno aggiunto chel'intesa e' stata approvata solo dai rappresentanti dello Statoebraico che trattano al Cairo che ora sono rientrati a Tel Avivper consultarsi con il governo di Benjamin Netanyahu. Si trattadel direttore dello Shin Bet, Yoram Cohen, del consigliere delpremier, Isaac Moljo, e del rappresentante del ministero dellaDifesa, il generale a riposo Amos Gilad. Le richieste delmovimento di resistenza Islamica per una tregua con Israeleerano in tutto cinque: oltre all'accesso navale a Gaza e allaliberazione dei 54 detenuti, l'apertura di tutti i punti difrontiera tra Israele e la Striscia di Gaza; la riapertura delvalico di Rafah con l'Egitto per 24 ore, previe garanzieinternazionale; l'accesso navale a Gaza; il permesso per iresidenti della Striscia di pregare alla Moschea al Aqsa diGerusalemme. .