Francia, poliziotti in piazza "troppo odio". Ma una folla li attacca

Molotov e spranghe contro gli agenti che denunciavano il clima di violenza contro di loro

Francia, poliziotti in piazza "troppo odio". Ma una folla li attacca
  Francia, Parigi, polizia francese, protesta

Parigi - La polizia francese e' scesa in piazza in diverse citta del Paese per denunciare il clima di odio contro le forze dell'ordine che ha subito un'esasperazione negli ultimi mesi. L'iniziativa ha pero' scatenato una violenta contro-manifestazione a Parigi dove circa 300 antagonisti hanno attaccato e dato fuoco a una volante. Al grido di "flics (sbirri) maiali assassini!" i facinorosi si sono scagliati contro la vettura con spranghe, costringendo i due agenti all'interno a scappare fuori e poi incendiandola con una molotov. Il collettivo aveva gia' annunciato nei giorni scorsi una contro-manifestazione ma la prefettura aveva deciso di vietarla.

Il 'corteo' degli agenti e' sfilato a place de la Republique - blindato da circa 400 agenti - ma erano in programma altre manifestazioni in una sessantina di citta'. Negli ultimi due mesi la Francia ha registrato un'ondata proteste contro la riforma del lavoro, al vaglio del Parlamento; ne sono derivati spesso disordini in cui sono stati feriti circa 350 rappresentanti delle forze dell'ordine. "Potete capire bene perche' gli agenti siano esasperati", ha sottolineato il capo della polizia, Jean-Marc Falcone.

Il presidente francese, Francois Hollande, ha fatto sapere - tramite un suo portavoce - di aver inviato "un chiaro messaggio di sostegno a tutte le forze di polizia in un momento difficile", aggiungendo che "occorre preservare un equilibrio tra il mantenimento dell'ordine e il rispetto dei nostri diritti". Attaccare la polizia "equivale ad attaccare tutti noi", ha twittato il premier Manuel Valls. (AGI)