Il maltempo flagella i Pirenei e fa due morti

Francia inondazioni Pirenei morti
GAIZKA IROZ / AFP

 
L'inondazione nei Pirenei

Due anziani sono stati morti e decine di migliaia di famiglie sono rimaste senza elettricità a causa delle inondazioni con venti di burrasca che si sono abbattute sulla Francia sud-occidentale. Undici dipartimenti sono rimasti in allerta arancione. Un pensionato 70enne è morto venerdì nei Pirenei Atlantici, nei Paesi Baschi, quando è finito con la sua auto contro contro un albero caduto.

A Espiens, nella regione del Lot-et-Garonne, un uomo di 76 anni è stato spazzato via dall'inondazione dopo che era uscito a ritirare la posta. I soccorritori hanno trovato il corpo 24 ore dopo, a più di un chilometro da casa sua. Altre cinque persone sono rimaste ferite, due gravemente, a causa di alberi caduti sui loro veicoli.

Circa 40 mila case sono rimaste senza energia durante il pomeriggio e nella sera erano ancora 15 mila, secondo i rapporti dell'operatore di servizi elettrici Enedis. Un portavoce della compagnia ha spiegato che circa 2.000 tecnici sono stati impiegati per ripristinare la corrente elettrica. Nella notte, circa 400 mila case avevano subito interruzioni di corrente a causa dell'inondazione che ha travolto parti della regione con acque che salivano fino a 2,7 metri e di 30 centimetri l'ora in alcune aree.

Inondazioni e frane hanno interrotto l'accesso alle stazioni sciistiche di Gourette e Artouste, mentre la distribuzione di acqua potabile nel comune di Laruns è stata interrotta. Nel vicino dipartimento delle Landes, circa 600 persone sono state evacuate venerdì come misura preventiva nelle aree in cui convergono i fiumi Gaves de Pau e Oloron.
 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it