Ue: studio Ces, 'mailbox companies' minano fisco e lavoratori

(AGI) - Roma, 5 lug. - Le societa' con sedi fittizie nella Ue (le cosiddette 'ma...

Ue: studio Ces, 'mailbox companies' minano fisco e lavoratori
Industria carni 

(AGI) - Roma, 5 lug. - Le societa' con sedi fittizie nella Ue (le cosiddette 'mailbox companies') minano i diritti dei lavoratori e il fisco. Sono societa' create per pagare meno tasse e soprattutto per imporre salari piu' bassi e condizioni di lavoro al ribasso. La Ces (Confederazione Europea Sindacati) ha diffuso uno studio che prende in esame quattro aziende: la tedesca Danish Crown, nel settore della lavorazione della carne, che ha "lavoratori in Polonia, Ungheria e Romania senza contributi previdenziali e sanitari e con giornate lavorative di 14-20 ore"; l'olandese Vos, nel settore dei trasporti, "il cui 50% dei viaggi e' coperto con 'mailbox companies' di Romania e Lituania che utilizzano camionisti sottopagati"; la svedese Serneke, nel settore delle costruzioni, che utilizza lavoratori di 'mailbox companies' polacche che "ritardano il versamento dei contributi"; la Fca (che fa seguito all'ex Fiat italiana), la cui societa' "e' registrata ad Amsterdam, ha il quartier generale a Londra, nonostante il maggior azionista sia l'italiana Exor spa, che con il 29% delle azioni controlla 'de facto' la societa'".
Lo studio rivela che l'83% degli investimenti stranieri in Olanda e il 96% degli stessi in Lussemburgo sono proprio nelle 'mailbox companies'. "Lo scopo di questi investimenti - si legge nello studio della Ces - e' proprio quello di pagare meno tasse"."La pratica delle 'mailbox companies' - afferma Esther Lynch, segretario confederale della Ces - e' un male per i diritti dei lavoratori e per gli introiti pubblici. Si crea inoltre uno svantaggio per le imprese che pagano salari e tasse appropriate".
"Lo studio della Ces - prosegue Lynch - dimostra che le 'mailbox companies' non sono un caso isolato, ma attraversano molti settori economici e molti Paesi della Ue. Sono facilitate dalle deboli leggi comunitarie e nazionali in tema di diritti del lavoro e fiscali".
La prossima tappa del progetto della Ces, finanziato dalla Commissione Ue, sara' quello di studiare soluzioni per evitare queste mancanze nei pagamenti di tasse, salari e sicurezza sociale.(AGI)
.