In migliaia alle esequie di Soleimani, "morte all'America"

A Baghdad i funerali del generale iraniano ucciso da un raid americano ordinato da Donald Trump

esequie funerali Soleimani usa raid "morte all'America"
SABAH ARAR / AFP 
Funerali di Soleimani

Migliaia di iracheni partecipano a Baghdad alle esequie di Qassem Soleimani, il generale iraniano ucciso da un raid Usa, scandendo "Morte all'America. 

La processione accompagna le salme di Soleimani e anche del suo principale collaboratore in Iraq, Abu Mahdi al-Muhandis, il 'numero due' di Hashed al-Shaabi, la coalizione di milizie filo-Teheran, integrate nelle forze di Baghdad, anche lui rimasto ucciso nel raid statunitense.

Il corteo funebre è partito dal quartiere di Kazimiya a Baghdad, roccaforte sciita nella capitale irachena, diretto verso la Green Zone, il quartiere dove si trovano gli edifici del governo e delle ambasciate e dove si terrà il funerale ufficiale.

I missili lanciati dal drone americano e che hanno polverizzato le due macchine in cui viaggiavano Soleimani e Mouhandis hanno causato in tutto dieci vittime: cinque iracheni e cinque iraniani. Le bare dei cinque iracheni sono state portate a Kazimiya su pick-up sormontati dalla bandiera nazionale e che hanno attraversato la folla di migliaia di persone, tutte vestite di nero. I feretri dei cinque iraniani erano invece sormontati dalla bandiera della Repubblica Islamican. Alcuni tra la folla innalzavano i ritratti della Guida suprema iraniana, Ali Khamenei, o del leader libanese di Hezbollah, Hassan Nasrallah.

Dopo la parata di Kazimiya, nella Zona verde di Baghdad si terra' il funerale ufficiale alla presenza di molti leader iracheni. Al termine, la salma di Soleimani sarà portata anche nelle città sante per gli sciiti, Kerbala e Najaf, prima che il suo corpo venga riportato in Iran dove il generale iraniano avrà un altro funerale in patria.

Anche il primo ministro iracheno, Adil Abdul Mahdi partecipa ai funerali di Soleimani e del suo braccio destro in Iraq, Abou Mehdi al Mouhandis. Presenti anche figure di spicco del mondo sciita: tra gli altri, Hadi al-Ameri, voce filo-iraniana nel Parlamento iracheno, e l'ex primo ministro Nouri al-Maliki.
Per oggi era prevista una seduta del Parlamento che e' stata rinviata a domenica in modo che anche i deputati possano partecipare al funerale



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it