Ecatombe alla Mecca, in 717 muoiono schiacciati nella ressa

(AGI) - Roma, 24, set. - Morire schiacciati, soffocati,calpestati dalla calca, durante un pellegrinaggio alla Mecca.E' la sorte tragica toccata a 717 fedeli. Un massacroimpressionante in un luogo santo dell'Islam, nel momentoculminante del pellegrinaggio annuale, il rituale della'lapidazione di Satana'. La strage e' avvenuta nella valle diMina: la calca si e' formata intorno alle 7 del mattinoall'incrocio tra le strade 204 e 223. La 204 e' una delleprincipali arterie che portano dai campi di Mina a Jamarat, illuogo dove i pellegrini "lapidano" il diavolo: la ressa si e'scatenata quando centinaia

(AGI) - Roma, 24, set. - Morire schiacciati, soffocati,calpestati dalla calca, durante un pellegrinaggio alla Mecca.E' la sorte tragica toccata a 717 fedeli. Un massacroimpressionante in un luogo santo dell'Islam, nel momentoculminante del pellegrinaggio annuale, il rituale della'lapidazione di Satana'. La strage e' avvenuta nella valle diMina: la calca si e' formata intorno alle 7 del mattinoall'incrocio tra le strade 204 e 223. La 204 e' una delleprincipali arterie che portano dai campi di Mina a Jamarat, illuogo dove i pellegrini "lapidano" il diavolo: la ressa si e'scatenata quando centinaia persone che si allontanavano si sonoscontrate con l'enorme flusso di pellegrini che vi volevanoaccedere. Oltre 800 i feriti. Non e' la prima volta che luoghisacri di pellegrinaggi diventano vere e proprie ecatombe. Perla Mecca e' una strage persino piu' grave di quella del 2006,costata la vita a 364 fedeli, e seconda solo a quella del 1990quando 1.426 fedeli morirono schiacciati nella ressa dentro untunnel. L'incidente inoltre segue di pochi giorni quelloavvenuto l'11 settembre, quando una gru era precipitata sullaGrande Moschea della Mecca durante i lavori diristrutturazione, causando 107 morti e 238 feriti. Stragi cheavvengono soprattutto per i numerosi 'pellegrini illegali',ossia fedeli sprovvisti di permesso concesso dalle agenzieufficiali. Il ministro della Salute saudita, Khaled al-Falih hainfatti imputato la tragedia ai 'pellegrini indisciplinati'"che si sono mossi senza rispettare gli orari" stabiliti dalleautorita' saudite per contingentare gli arrivi. "Se ipellegrini avessero seguito le istruzioni, si sarebbe evitato"questo tragico incidente. Il principe ereditario saudita,Mohammed bin Nayef, che presiede i comitati per l'hajj, haordinato un'inchiesta e ha promesso che i risultati sarannosottoposti al re Salman che prendera' "le misure appropriate".Imponenti i soccorsi, con oltre 4 mila persone impiegate ealmeno 220 ambulanze sul posto. Quest'anno alla Mecca sicalcola che ci siano quasi due milioni di persone (3 milionisecondo Riad), quasi un milione e mezzo stranieri, per cui trale centinaia di vittime e' probabile che molti siano stranieri.Il governo di Riad, custode dei luoghi santi, ha speso miliardiper mettere al sicuro il percorso per i luoghi sacri: i fedeliaccedono al luogo attraverso tunnel e via elevate e il governonon solo ha ampliato i tre pilastri, ha anche costruito unponte a tre piani per incrementare la superficie di spazio adisposizione dei pellegrini e aumentare il numero di entrate euscite al luogo del rituale. Ma l'Iran, l'altra grande potenzaregionale, ha subito puntato il dito su presunte falle nellasicurezza che avrebbe chiuso una strada vicina. "Straziante" e'stata definita dalla Casa Bianca la strage della Mecca.Washington ha espresso le "piu' profonde condoglianze" allefamiglie delle vittime e alle autorita' saudite. "Mentremusulmani di tutto il mondo celebrano la festa della Aid alAdha, ci uniamo al vostro dolore", ha affermato un portavoce."Sincere condoglianze" alle famiglie delle vittime esolidarieta' "alle autorita' saudite" sono state espresse anchedall'Alto rappresentante della Politica estera della Ue,Federica Mogherini. .