La donna che ha sparato dentro la sede di YouTube voleva salvare gli animali

Nasim Aghdam, iraniana animalista e vegana lamenetava nei suoi video di essere censurata e di non guadagnare abbastanza  

La donna che ha sparato dentro la sede di YouTube voleva salvare gli animali 
Twitter 
 Nasim Najafi Aghdam

Si chiamava Nasim Najafi Aghdam e aveva 30 anni la donna che il 3 aprile ha aperto il fuoco nella sede principale di YouTube a San Bruno, California, ferendo tre persone, tra cui una in modo grave, per poi uccidersi.

L’identità dell'attivista vegana e animalista di origine iraniana circolava da qualche ora, consentendo di risalire ai suoi profili sui social network, successivamente rimossi.

In numerosi video pubblicati negli ultimi anni attacca ferocemente le politiche di YouTube, che secondo lei avrebbe censurato i suoi contenuti. Dal suo sito Internet ufficiale è possibile risalire ad almeno quattro canali YouTube (in inglese, farsi, turco, e uno dedicato alla moda) nei quali la Aghdam pubblicava i suoi contenuti.

“Non ci sono eque opportunità di crescita né su YOUTUBE né su qualsiasi altro sito di video sharing - scrive Aghdam sul suo sito -, il tuo canale crescerà solo se lo vogliono loro!!!!!”. La youtuber accusava l’azienda di impedirle di aumentare il suo consenso, nonostante il suo impegno a produrre nuovi contenuti.

Il sito rimanda anche a un canale Facebook e due su Instagram, attualmente non raggiungibili. L’attentatrice utilizzava inoltre un canale su Telegram - ancora disponibile - nel quale è possibile vedere fotografie della stessa Aghdam e dei video con delle canzoni in farsi. 

Ad avvisare della sparatoria, mercoledì sera, erano stati gli stessi dipendenti del quartier generale di YouTube, che dopo aver trovato riparo avevano pubblicato dei tweet descrivendo la situazione.

 

Snapshot video:

 

 

 

 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it