La donna sopravvissuta per 2 settimane in una foresta mangiando falene

Amanda Eller, 35 anni, insegnante di yoga, aveva perso la strada, poi era finita in un burrone dopo essersi fatta male a un piede e da quel momento ha cercato solo di sopravvivere cibandosi di erbe locali in una foresta dell’isola di Maui (Hawaii)

donna sopravvissuta nella foresta
JAVIER CANTELLOPS / FACEBOOK.COM/AMANDAELLERSMISSING/ / AFP
Amanda Eller

È stata ritrovata  e sta bene Amanda Eller, un’insegnante di yoga scomparsa più di due settimane fa in una foresta dell’isola di Maui (Hawaii). La donna, 35enne, aveva perso la strada, poi era finita in un burrone dopo essersi fatta male a un piede e da quel momento ha cercato solo di sopravvivere cibandosi di erbe locali. Ma ad aiutarla in modo particolare, ha raccontato lei stessa al New York Times, è stata una voce interiore che le diceva che “Hai solo una scelta: vivere o morire”.

“Sentivo questa voce che mi incitava: ‘Se vuoi vivere prosegui’”. E ogni volta che Amanda iniziava a nutrire qualche dubbio o cercava di cambiare strada, “accadeva qualcosa come fosse un segnale: un ramo che le si spezzava addosso, un colpo all’alluce. E così mi dicevo: “Ok, devo andare””, spiega la fisioterapista e maestra di yoga che non ha mollato nonostante la fame e il freddo (le temperature scendono di molto durante la notte e le giornate sono spesso piovose).

A dare l’allarme sono stati il suo fidanzato e i genitori, che hanno offerto una ricompensa di 10 mila dollari a chi avesse informazioni fondamentali per aiutare le ricerche. Ma per giorni l’unica cosa che è stata individuata dai soccorritori è stata la sua Toyota bianca, ferma nel parcheggio della Riserva della foresta di Makawao, con il suo telefono e il suo portafoglio all’interno.

Tutto lasciava pensare a un rapimento. Eller ha detto al Times che aveva intenzione di fare una breve passeggiata. Si era allontanata dal sentiero per riposare ma quando aveva ripreso a camminare, non aveva trovato più la strada. Durante il suo calvario è caduta da una scogliera, procurandosi una frattura alla gamba. Ha riportato anche abrasioni alle caviglie e una grave scottatura solare. Dopo 17 giorni di peregrinazioni, alla fine l’insegnante di yoga ha avvistato un elicottero inviato a cercarla. "Alzai lo sguardo e loro erano proprio sopra di me", ha detto.

La madre di Eller, Julia, ha raccontato al Maui News che sua figlia è sopravvissuta rimanendo vicino a una fonte d'acqua e mangiando lamponi selvatici, fragole e persino un paio di falene. Eller ha cercato di catturare qualche aragosta ma "non ha avuto molto successo", ha dichiarato sua madre. "Ha perso un po 'di peso, ma è riuscita a sopravvivere”.  Per riuscire a ritrovarla è stata creata anche una pagina Facebook (FindAmanda) che conta oggi oltre 28 mila utenti.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it