Diktat del Pentagono, a terra tutti gli F35

(AGI) - Washington - Il Pentagono ha deciso di lasciarea terra per ulteriori controlli l'intera flotta degli F-35. Icontrolli riguardano i  [...]

Diktat del Pentagono, a terra tutti gli F35
(AGI) - Washington, 4 lug. - Il Pentagono ha deciso di lasciarea terra per ulteriori controlli l'intera flotta degli F-35. Icontrolli riguardano i motori costruiti dalla Pratt & Whitney.Lo stop riguarda sia gli aerei della Air Force sia quelli dellaMarina. La direttiva e' stata emessa dopo un incendio scoppiatoil 23 giugno scorso a bordo di un F-35 in Florida. Ancorasconosciute le cause dell'incendio, scoppiato durante lemanovre per il decollo. La Pratt & Whitney afferma che leindagini sono in corso e che sarebbe inappropriato per orafornire ulteriori commenti. La Corea del Sud che ha inprogramma l'acquisto di quaranta F-35 sta monitorandoattentamente gli sviluppi della situazione. Anche nel Regno Unito c'e' attesa per la sorte delprogramma degli F35, dopo che i velivoli sono stati fermatidagli Stati Uniti per sospetti problemi ai motori, soprattuttoin vista di alcuni show dell'aeronautica in programma nel paeseper la fine di luglio. Secondo il Guardian, cosi', i jetpotrebbero non partecipare al Royal International Air Tattoo eal Farnborough International Air Show, anche se una decisionefinale dovrebbe arrivare all'inizio della prossima settimana.Intanto, proprio mentre in Scozia continuano i festeggiamentiper il varo della nuova portaerei britannica, la piu' grandedella flotta, dedicata alla regina Elisabetta e dalla sovranainaugurata stamattina, si e' venuto a sapere che un volo di F35previsto per celebrare l'evento e' stato interrotto proprio inseguito alle indicazioni provenienti dal Pentagono americano.Sempre secondo il Guardian, l'aeronautica britannica ha subitoaccolto le richieste provenienti dagli Stati Uniti, lasciando aterra i jet e sottoponendoli a ispezioni della durata di almeno90 minuti ciascuna. In Italia scoppia subito la polemica politica: "Gli F35costano troppo e funzionano male, governo italiano la smettacon l'acquisto, utilizzi risorse per scuola e piano per lavoro,scrive su twitter il leader di Sel, Nichi Vendola. "Le notizie che arrivano dagli Stati Uniti - spiega ilcapogruppo Pd in Commissione Difesa alla Camera, GiampieroScanu - confermano la bonta' della nostra proposta dimoratoria sugli F35 e di richiesta di un dimezzamento dellespese. Il rigore con cui la Difesa americana tratta questo temaci tranquillizza molto. Il Pentagono conferma di occuparsi inmaniera molto seria delle proprie competenze. Molte dellenostre obiezioni - aggiunge - erano consequenziali alla presad'atto di tutta una serie di riserve e valutazioni criticheespresse soprattutto in sede americana. La nostrapartecipazione al progetto non e' in discussione ma, allostesso tempo, considero impossibile che si possa procedereall'acquisto anche di un solo aereo senza che ci sia unriconoscimento unanime della sicurezza e della praticabilita' di questo strumento. Ritirarci adesso sarebbe prematuro e perquesto ci muoveremo col buonsenso. Certamente non compreremoaerei che non siano assolutamente affidabili", conclude Scanu.(AGI).