Da Bali a Giacarta, il terrore nel gigante dell'Islam

Da Bali a Giacarta, il terrore nel gigante dell'Islam
Attentato a Bali ottobre 2002 (Afp) 

Roma - L'attacco di questa mattina a Giacarta arriva dopo sei anni di relativa calma in Indonesia, ottenuta con un giro di vite del governo che ha indebolito la rete terroristica di matrice islamica del Paese. Il gruppo principale era guidato da Jemaah Islamiyah (JI), autore anche del sanguinoso attentato del 2002 a Bali, in cui morirono 202 persone. Questi i principali attacchi degli ultimi anni a opera di militanti islamici nella nazione a maggior presenza musulmana.

- Ottobre 2002. Una serie di bombe esplode in alcuni dei locali notturni piu' in voga di Bali. Il tragico bilancio e' di 202 morti, per lo piu' turisti. E' l'attentato terroristico piu' grave di sempre.


- Dicembre 2000. Diverse bombe rudimentali vengono recapitate come pacco di Natale in chiese e monasteri uccidendo 19 persone.


- Settembre 2004. Un'autobomba esplode davanti all'ambasciata dell'Australia a Giacarta. I morti sono 10.


- Maggio 2005. Un'esplosione in un mercato della citta' di Tentena uccide 22 persone. L'attentato porta la firma di Jemaah Islamiyah.


- Ottobre 2005. Tre kamikaze si fanno esplodere nei luoghi del turismo di Bali. Muoiono 20 persone.


- Luglio 2009. Sette persone, tra cui sei turisti, perdono la vita e 40 restano feriti in un'esplosione che prende di mira gli hotel di lusso Ritz-Carlton e JW Marriot di Giacarta. (AGI)

(14 gennaio 2016)