Clima: Ue, a Parigi accordo vincoltante, ambizioso e dinamico

(AGI) - Bruxelles, 18 set. - Alla prossima conferenza sul climadi Parigi si deve raggiungere un accordo mondiale sul clima chesia "ambizioso, vincolante legalmente e dinamico", conl'obiettivo di controllare il riscaldamento globale permantenerlo sotto i 2 gradi". Lo hanno stabilito oggi i minsitridell'Ambiente dell'Unione europea, che hanno definito laposizione comunitaria in vista della conferenza di finenovembre. Per ottenere tale obiettivo, secondo i Ventotto leemissioni di inquinanti devono raggiungere il loro picco nonpiu' tardi del 2020 per poi ridursi entro il 2050 di almeno il50% rispetto a quelle del 1990 e

(AGI) - Bruxelles, 18 set. - Alla prossima conferenza sul climadi Parigi si deve raggiungere un accordo mondiale sul clima chesia "ambizioso, vincolante legalmente e dinamico", conl'obiettivo di controllare il riscaldamento globale permantenerlo sotto i 2 gradi". Lo hanno stabilito oggi i minsitridell'Ambiente dell'Unione europea, che hanno definito laposizione comunitaria in vista della conferenza di finenovembre. Per ottenere tale obiettivo, secondo i Ventotto leemissioni di inquinanti devono raggiungere il loro picco nonpiu' tardi del 2020 per poi ridursi entro il 2050 di almeno il50% rispetto a quelle del 1990 e arrivare vicino allo zeroentro il 2100. Come ha spiegato la presidente di turno delConsiglio Ambiente, il ministro lussemburghese CaroleDieschbourg, "con questo mandato l'Ue intende facilitare unaccordo globale accettabile da tutti". La strada e' aperta per"un accordo ambizioso, consistente e dinamico, con cicli direvisione che colmeranno il divario fra gli obiettivi diriduzione a breve termine e quelli a lungo termine". Il verolavoro, ha concluso "comincia dopo Parigi. Sono sicura che l'Uerispettera' responsabilmente i propri impegni e c'e' ilpotenziale per ridurre le emissioni inquinanti". (AGI) .