Cina: ergastolo a accademico uighuro per separatismo

(AGI) Pechino, 23 set. - Ilham Tohti, economista eintellettuale di etnia uighura, e' stato condannatoall'ergastolo dalla Corte Intermedia del Popolo di Urumqi,capoluogo regionale della regione autonoma dello Xinjiang, conl'accusa di "separatismo". Tohti insegnava, fino a gennaioscorso, quando e' stato arrestato, all'Universita' delleMinoranze di Pechino. Il processo nei suoi confronti, duratodue giorni, si era concluso il 18 settembre scorso. L'avvocatodell'intellettuale, Li Fangping, ha fatto sapere che IlhamTohti "fara' certamente ricorso in appello". L'accusa formalenei confronti di Ilham Tohti era stata spiccata il 31 luglioscorso. Sia gli Stati Uniti che l'Unione

(AGI) Pechino, 23 set. - Ilham Tohti, economista eintellettuale di etnia uighura, e' stato condannatoall'ergastolo dalla Corte Intermedia del Popolo di Urumqi,capoluogo regionale della regione autonoma dello Xinjiang, conl'accusa di "separatismo". Tohti insegnava, fino a gennaioscorso, quando e' stato arrestato, all'Universita' delleMinoranze di Pechino. Il processo nei suoi confronti, duratodue giorni, si era concluso il 18 settembre scorso. L'avvocatodell'intellettuale, Li Fangping, ha fatto sapere che IlhamTohti "fara' certamente ricorso in appello". L'accusa formalenei confronti di Ilham Tohti era stata spiccata il 31 luglioscorso. Sia gli Stati Uniti che l'Unione Europea hannomanifestato negli ultimi mesi "profonda preoccupazione" per lasorte dell'accademico: il 6 agosto scorso, in un comunicato,l'Unione Europea aveva fatto pressioni alla Cina per "prestarecure mediche immediate e adeguate e rilasciarlo senza ulterioriritardi, e assicurargli il pieno rispetto dei suoi diritti edelle sue liberta'". Tohti era sospettato, secondo i riscontri delle indagini,di "stretti legami" con il Congresso Mondiale Uighuro -l'associazione che riunisce i cittadini di etnia uighura chevivono all'estero - che in questi giorni ha dedicato moltaattenzione alla sorte dell'intellettuale noto per le sueposizioni critiche nei confronti delle politiche cinesi nelloXinjiang, terra d'origine degli uighuri, che parlano una linguaturcofona e sono di fede musulmana. Dal maggio scorso, ilgoverno centrale cinese ha lanciato una campagnaanti-terrorismo nello Xinjiang dopo una serie di attacchiterroristici in varie localita' del territorio cineseattribuiti ai gruppi separatisti uighuri che chiedonol'indipendenza della regione dalla Cina. Da allora, nellaregione ci sono stati centinaia di arresti a terroristi,fiancheggiatori e presunti tali, e da alcuni giorni sonocomparse le prime regolamentazioni a livello regionale percontrastare efficacemente il terrorismo. L'ultimo episodio diattacco terroristico risale a domenica scorsa, quando treesplosioni in un'area centrale della regione hanno portato allamorte di due persone e a diversi feriti. (AGI).