Cina: da luglio a Pechino no fumo in spazi pubblici chiusi

(AGI) - Pechino, 28 nov. - A Pechino sara' vietato fumare intutti gli spazi pubblici chiusi a partire dal primo luglio delprossimo anno. La decisione delle autorita' della capitalecinese, senza precedenti nel gigante asiatico tradizionalmentemolto tollerante sul tabacco, comprende anche il divieto difumare negli spazi all'aria aperte di asili, scuole, musei,centri sporti e ospedali. La legge proibisce anche lapubblicita' di prodotti di tabacco nelle strade e nei trasportipubblici, cosi come sui giornali della capitale. Lemultinazionali del tabacco non potranno neanche piu'patrocinare eventi nella capitale e le scuole dovranno educaregli

(AGI) - Pechino, 28 nov. - A Pechino sara' vietato fumare intutti gli spazi pubblici chiusi a partire dal primo luglio delprossimo anno. La decisione delle autorita' della capitalecinese, senza precedenti nel gigante asiatico tradizionalmentemolto tollerante sul tabacco, comprende anche il divieto difumare negli spazi all'aria aperte di asili, scuole, musei,centri sporti e ospedali. La legge proibisce anche lapubblicita' di prodotti di tabacco nelle strade e nei trasportipubblici, cosi come sui giornali della capitale. Lemultinazionali del tabacco non potranno neanche piu'patrocinare eventi nella capitale e le scuole dovranno educaregli studenti sui pericoli del tabacco oltre a spronare asmettere quelli che gia' fumano. La delegazione a Pechino dell'Organizzazione Mondiale dellaSanita' si e' complimentata con le autorita' della capitale perla decisione che "apre la strada a un'azione ferma contro iltabacco a livello nazionale". In effetti anche il governocinese sta studiando la possibilita' di proibire lapubblicita', la promozione e il patrocinio dei prodotti ditabacco, di cui la Cina e' il maggiore produttore e consumatoremondiale. Secondo le cifre dell'Oms, la Cina ha piu' di 300milioni di fumatori, il che significa il 28 per cento dellapopolazione adulta e piu' della meta' degli uomini adulti.(AGI)