Cina: carta stampata in crisi, boom dei siti d'informazione online

(AGI) - Pechino, 27 nov. - La carta stampata in Cina soffre acausa della dirompenza di internet. I siti d'informazioneonline con 640 milioni d'internauti sbaragliano la concorrenzadei quotidiani cartacei, e i media tradizionali si trovano afar fronte a nuove sfide. Con 200mila copie tra inserti eriviste distribuiti nella provincia nord-occidentale delloShaanxi - 37,63 milioni di abitanti - lo Shaanxi Ribao e' ildecimo quotidiano nazionale. Nato nel 1940 a Yanan, la basemaoista da cui parti' la liberazione comunista, il quotidianonegli ultimi anni si e' svecchiato, puntando sull'online e ilmultimediale. "Oggi produciamo

(AGI) - Pechino, 27 nov. - La carta stampata in Cina soffre acausa della dirompenza di internet. I siti d'informazioneonline con 640 milioni d'internauti sbaragliano la concorrenzadei quotidiani cartacei, e i media tradizionali si trovano afar fronte a nuove sfide. Con 200mila copie tra inserti eriviste distribuiti nella provincia nord-occidentale delloShaanxi - 37,63 milioni di abitanti - lo Shaanxi Ribao e' ildecimo quotidiano nazionale. Nato nel 1940 a Yanan, la basemaoista da cui parti' la liberazione comunista, il quotidianonegli ultimi anni si e' svecchiato, puntando sull'online e ilmultimediale. "Oggi produciamo quattro siti web", racconta ilcapo redattore centrale Wang Huan Yuan alla delegazione digiornalisti italiani in visita in Cina su invitodell'Associazione giornalistica cinese. "L'innovazione nelsettore dell'informazione e' di cruciale importanza, grazie ainuovi prodotti multimediali abbiamo guadagnato 12 milioni diutenti in oltre 193 paesi del mondo". Sxdaily.com.cn ha vintotre premi nazionali grazie ai servizi diffusi via web e sulsocial network cinese, Weibo. "Di recente abbiamo lanciatol'app per gli smarphone - un mercato che conta oltre 700milioni di utenti in Cina - da cui proviene gran parte deltraffico, e una web tivu' che ospita programmi diapprofondimento culturale". Le notizie piu' cliccate riguardanole "riforme lanciate dal Pcc in campo politico ed economico,con particolare rilievo alla questione del certificato diresidenza - hukou - e la riforma agricola". La campagnaanti-corruzione negli ultimi due anni ha guadagnato spesso leprime pagine, con ampio spazio al giornalismo d'inchiesta chein un paese dove le leggi del mercato sono entrate anche nelsettore dell'informazione, la concorrenza tra i giornali dellevarie province e' feroce puntando su articoli scandalistici.Grande rilievo e' stato dato alla "Nuova Vita della Seta", lacintura economica logistica e marittima che collega Oriente eOccidente attraverso i paesi dell'asia centrale, fortementepromosso dall'attuale presidente Xu Jinping, cui Pechino hagia' destinato un fondo da 40 miliardi di dollari. Xian,l'antica Changan, era il punto di partenza della vecchia Viadella Seta. Un gruppo di giornalisti ha compiuto un viaggioattraverso otto principali paesi che si trovano lungo lacintura - tra cui Iran ed Egitto - per raccontare la storia diquei paesi con cui la Cina intende rafforzare i rapportidiplomatici ed economici. Lo speciale, in cinese e in inglese,sara' presto diffuso in tutte le reti nazionali. Per igiornalisti dello Shaanxi Ribao le rubriche culturali sono inprimo piano, alla riscoperta delle radici storiche nazionali eal rafforzamento degli scambi culturali con l'Occidente. Conuna redazione di 120 giornalisti e 1200 collaboratori, ilquotidiano intende costruire rapporti di collaborazione con imedia internazionale per diffondere le conoscenza della Cinanel mondo, seguendo un trend ormai consolidato dalla principaliagenzia di stampa cinese Xinhua - che ha aperto 107 sedi neicinque continenti - e la maggiore emittente radiofonica RadioCina Internazionale - che distribuisce notiziari in gran partedei paesi del mondo in 65 lingue. E proprio Zhu Boyin, il caporedattore esteri con delega all'Europa e Usa di Radio CinaInternazionale, ci ha spiegato nel corso di un incontro neigiorni scorsi a Pechino che "oggi Cri punta tutto sull'app esugli speciali. Siamo diventati partner esclusivi dei trepadiglioni cinesi presenti all'Expo di Milano, e abbiamolanciato un app per i migliori ristoranti cinesi a Milanodestinato all'atteso milioni di turisti cinesi". Per realizzaretutto cio' "stiamo cercando di allagrare la cooperazione con imedia locali, in particolare con l'Agi con cui da anni abbiamoun rapporto consolidato di scambio di notizie con la nostraredazione romana". La cultura tradizionale al centro di tutto.A margine dell'incontro con lo Shaanxi Ribao, i giornalistiitaliani sono stati introdotti nella sala registrazione dellaweb tivu' a seguire in diretta l'intervista a un famoso maestrocalligrafo dello Shaanxi, Ning Jiang Hu. La callifrafia e'un'arte antica oggi estremamente rivalutata in Cina. Il maestroe' della scuola Caoshu, la piu' antica che prediligel'indipendenza stilistica nel disegno dei tratti calligrafici.Ning Jiang Hu ha intrattenuto gli ospiti stranieri realizzandoper ciascuno un'opera calligrafica. "Ho moltissimi studenti" cispiega "vogliono imparare la tradizione calligrafica. Non e'vero che ai giovani cinesi interessano solo i videogiochi".Anche per lo Shaanxi Broadcasting Corporation, l'emittenteradio-televisiva regionale incontrata quest'oggi dalladelegazione di giornalisti italiani, le sfide poste dal mercatodell'informazione sono numerose. "Oggi sono il 5% dellapopolazione locale guarda il nostro telegiornale contro il 14%di dieci anni fa", spiega il Direttore responsabile HuangShouxian. All'ingresso della redazione sono esposte moltetarghe ricevute dal governo centrale per il lavoro di coperturamediatica svolta in occasione del terremoto nel Sichuan nel2008. "Per aumentare il numero di telespettatori, abbiamocreato due canali satellitari oltre agli 8 locali. Abbiamoinoltre lanciato il sito web e 10 canali radiofonici,maggiormente seguiti dalle famiglie e dagli automobilisti inaumento. Grazie all'app raggiungiamo circa 400 milioni diutenti in tutta la Cina". Molte le sezioni dedicate ai fatti dicronaca, alla vita rurale, alle imprese, e agli scambi conl'estero. "Le fonti maggiori d'informazione per le notizielocali del tigi' delle 18:30 le realizzano i nostri inviati,per le notizie nazionali invece attingiamo a Xinhua e Cri". Unanuova rubrica sara' ovviamente dedicata alla "Nuova Via dellaSeta". Non solo. "In occasione della recente visita del premierLi Keqiang in Italia abbiamo collaborato con la Rai percreazione di uno speciale sul vostro paese". La redazione sitrova in una delle vie centrali dell'antica capitale cineseChangan e conta 200 giornalisti, con un'eta' media di 30 anni.Durante la visita, in sala di registrazione e' in corso ladiretta di un programma molto seguito nello Shaanxi dal titolo"New power": i concorrenti presentano idee di businessinnovativa davanti a una giuria di esperti, a cui segue lapremiazione dell'idea migliore. (AGI)