Cina-Gb: Xi a Londra, in agenda nucleare e Currency Swap

(AGI) - Roma, 21 ott. - La Banca d'Inghilterra e la People'sBank of China hanno esteso l'accordo di currency swap.L'annuncio arriva nella seconda giornata del viaggio di statoin Gran Bretagna del presidente cinese Xi Jinping. Secondoquanto riportato in un comunicato di PBOC, il massimo valore diswap e' passato da 200 miliardi di yuan (27 miliardi di euro) a350 miliardi di yuan (48 miliardi di euro), con validita' treanni che puo' anche essere estesa. L'intesa raggiunta portera'piu' liquidita' per gli affari in renminbi in Gran Bretagna efacilitera' il commercio e gli investimenti,

(AGI) - Roma, 21 ott. - La Banca d'Inghilterra e la People'sBank of China hanno esteso l'accordo di currency swap.L'annuncio arriva nella seconda giornata del viaggio di statoin Gran Bretagna del presidente cinese Xi Jinping. Secondoquanto riportato in un comunicato di PBOC, il massimo valore diswap e' passato da 200 miliardi di yuan (27 miliardi di euro) a350 miliardi di yuan (48 miliardi di euro), con validita' treanni che puo' anche essere estesa. L'intesa raggiunta portera'piu' liquidita' per gli affari in renminbi in Gran Bretagna efacilitera' il commercio e gli investimenti, si legge ancoranella nota. Ma sara' il nucleare a tenere banco in questa secondagiornata di incontri. Il numero uno della Cina avra' oggi uncolloquio con il premier David Cameron a Downing Street. E,secondo quanto riportato dei media britannici, i due Paesifirmeranno un accordo da 30 miliardi di sterline (circa 40miliardi di euro) che prevede la costruzione di una centralenucleare di ultima generazione, il prima in Occidenterealizzata su un progetto in parte cinese. L'impianto, la cuiinaugurazione e' prevista per il 2025, sorgera' a HinkleyPoint, nel Somerset e la sua costruzione sara' affidata allasocieta' statale cinese CGN e alla francese EDF. Pechinocoprira' il 30% dei costi. Lo stesso progetto era stato alcentro della visita dello scorso mese in Cina del segretarioper l'Energia britannico, Amber Rudd e del cancelliere, GeorgeOsborne. Ma non solo: altre due stazioni nucleari potrebberosorgere a Sizewell nel Suffolk, e a Bradwell nell'Essex comeparte dell'accordo. Da parte sua il governo britannico ha gia'stanziato due miliardi di sterline a garanzia del progetto, chene vale circa 24,5 miliardi (33 miliardi di euro). HinkleyPoint C rappresenta la prima nuova centrale nucleare nel RegnoUnito degli ultimi 25 anni e riveste un ruolo non secondarionella diversificazione del paniere energetico britannico:secondo gli ultimi calcoli, potrebbe generare energiasufficiente per il 7% del fabbisogno nazionale, portandoelettricita' a sei milioni di abitazioni. Non sono mancate le polemiche per il ritardo nellarealizzazione (avrebbe dovuto essere attivo gia' a partire dal2023) e per i costi. Secondo GreenPeace, infatti, il governo diLondra ha garantito una produzione elettrica il cui prezzo siattestera' sui 92,50 MW ora, circa il doppio del prezzo attualecon un rigonfiamento in bolletta. Nella sua prima giornata di visite Xi Jinping, in undiscorso a Westminster, il Parlamento britannico, ha parlato di"interdipendenza": "E' giusto dire che la Cina e la GranBretagna sono sempre piu' interdipendenti e stanno diventandouna comunita' di interessi condivisi": "Sono gia' profondamentecolpito dalla vitalita' delle nostre relazioni e dalla profondaamicizia tra i nostri due popoli", ha aggiunto. Interessi chevanno dall'energia al turismo: dallo scorso gennaio Londra halanciato un progetto pilota che consente ai turisti cinesi diottenere al costo di 85 sterline (115 euro) - contro le 324sterline (441 euro) di ora - un visto turistico a entratamultipla della durata di due anni. Alo studio anche unapossibile estensione a 10 anni. Lo scopo e' quello diincoraggiare i cinesi a volare (e spendere) in Gran Bretagna.Secondo gli analisti infatti i due terzi dello shopping dilusso viene effettuato all'estero dai cinesi piu' facoltosiIntanto, in generale, il Tesoro auspica che entro 10 anni laCina possa diventare il secondo partner commerciale della GranBretagna. Non solo affari per Xi Jinping che ieri dopo il discorsoal Parlamento ha preso parte insieme con sua moglie Peng Liyuanalla cena di gala a Buckingham Palace alla presenza dei realiinglesi. Dopo i colloqui a Downing Street, inoltre, Xi fara'visita agli uffici del colosso della telefonia cinese Huawei.(AGI)