Cancro: statine riducono progressione dei tumori anche del 50%

(AGI) - Londra, 3 giu. - Due distinti studenti, uno sulle donecondotto dalla Yale University, ed uno sugli uomini, dellaRutger University, hanno scoperto che l'assunzione dellestatine, i piu' noti farmaci contro il colesterolo, riducono laprogressione del cancro (nmon l'insorgenza), con percentualidifferente a seconda dei tessuti colpiti. Nella prima ricerrca, che ha coinvolto 146.326 donne tra i50 e i 79 anni per un periodo di oltre 15 anni, si e' visto chequante assumevano statine, avevano il 22 % di chance in meno dimorire di qualsiasi forma di tumore. Per il cancro al senso

(AGI) - Londra, 3 giu. - Due distinti studenti, uno sulle donecondotto dalla Yale University, ed uno sugli uomini, dellaRutger University, hanno scoperto che l'assunzione dellestatine, i piu' noti farmaci contro il colesterolo, riducono laprogressione del cancro (nmon l'insorgenza), con percentualidifferente a seconda dei tessuti colpiti. Nella prima ricerrca, che ha coinvolto 146.326 donne tra i50 e i 79 anni per un periodo di oltre 15 anni, si e' visto chequante assumevano statine, avevano il 22 % di chance in meno dimorire di qualsiasi forma di tumore. Per il cancro al senso lapercentuale saliva al 40%, del 42% per quello alle ovaie e del43% per l'intestino. L'effeto raggiungeva il 55% nel piu' rarotumore osseo. Nel secondo studio, condotto su 22.110 uomini con cancroalla prostata si e' visto che tra quanti assumevano statine illa percentuali di quanti ne morivano si riduceva del 43%. Nelcaso degli uomini la stessa percentuale si raggiungevasomministrando la metformina, uno degli ipoglicemizzanti oralipiu' usati. Gli studi, presentati al convegno annuale di Chicago dellaAmerican Society for Clinical Oncology hanno comunque ricordatogli effetti indesiderati prodotti dalle statine: dal doloremuscolare alla perdita di sangue dal naso, allo sviluppo deldiabate di tipo 2. Ma i vantaggi possono superare gli effettiindesiderati quando si tratta di pazienti con cancroconclamato, come quelli presi in esame dalle due ricerche.(AGI) .