Calais, immigrati sotto i tir. Londra crea una 'task force

(AGI) - Londra, 24 giu. - Il governo britannico rafforzera' lasicurezza nel porto inglese di Dover dopo il caos scoppiato aCalais, sul lato francese della Manica, martedi', quando decinedi immigrati irregolari hanno tentato di nascondersi sotto itir, in camion e furgoni parcheggiati, approfittando dellosciopero dell'Eurotunnel. Non solo: la Gran Bretagna ha decisodi creare una 'task force' per smantellare il traffico diesseri umani nel Mediterraneo. Lo ha reso noto Downing Street.Saranno novanta uomini -provenienti dall'Agenzia nazionalecontro il crimine, dal personale di frontiera e dallamagistratura inquirente- che si stabiliranno con l'Europol in

(AGI) - Londra, 24 giu. - Il governo britannico rafforzera' lasicurezza nel porto inglese di Dover dopo il caos scoppiato aCalais, sul lato francese della Manica, martedi', quando decinedi immigrati irregolari hanno tentato di nascondersi sotto itir, in camion e furgoni parcheggiati, approfittando dellosciopero dell'Eurotunnel. Non solo: la Gran Bretagna ha decisodi creare una 'task force' per smantellare il traffico diesseri umani nel Mediterraneo. Lo ha reso noto Downing Street.Saranno novanta uomini -provenienti dall'Agenzia nazionalecontro il crimine, dal personale di frontiera e dallamagistratura inquirente- che si stabiliranno con l'Europol inSicilia e all'Aja. Il team lavorera' in collaborazione con i Paesi del Cornod'Africa lungo le rotte dei migranti e utilizzera' l'HmsEnterprise, il cui compito principale non sara' quello disalvare i migranti (come ha fatto finora l'Hms Bulwark), ma di"dare la caccia" ai trafficanti. L'Hms Enterprise operera'dunque nell'ambito della missione europea EUNavforMed, sotto ilcomando della portaerei Cavour, con il compito di identificaree fermare le barche usate dagli scafisti. Il viceministro per l'immigrazione, James Brokenshire, hadetto invece che "alla fine" e' un problema delle autorita'francesi "assicurare la sicurezza" di Calais. E poi haaggiunto: "Stiamo mettendo in campo maggiori risorse nel portodi Dover per aumentare gli arresti" dei clandestini. "Le autorita' francesi stanno inviando altri poliziotti peraffrontare le questioni legate all'ordine pubblico, e cimanterremo in stretto contatto con loro nelle prossime ore". Ilrafforzamento della sicurezza a Dover ha come obiettivo,haspiegato, "mantenere l'integrita' della frontiera". 62000 ARRIVI,10% MINORI E SICILIA POTENZIA ACCOGLIENZA - Sonocirca 62.000 i migranti giunti dall'inizio dell'anno via marefra i quali almeno 5.914 minori (3779 non accompagnati),provenienti principalmente da Siria, Eritrea e Somalia. Savethe Children, cosi', amplia e rafforza l'aiuto ai minorimigranti in arrivo in Italia aprendo per loro in Sicilia "spazia misura di bambino e adolescente" nelle zone di sbarco eall'interno delle strutture all'occasione utilizzate per laprimissima accoglienza dei minori stranieri non accompagnati.Gli "spazi a misura di bambino e adolescente" sono aree dovegiocare, socializzare, recuperare un senso di normalita', in unambiente sicuro e "child friendly" e dove i giovani egiovanissimi migranti possono trovare protezione dal rischio diabusi e sfruttamento, sostegno educativo, informazioni sui lorodiritti e l'opportunita' di far sentire la loro voce attraversoattivita' di partecipazione. 770 SBARCATI A PALERMO, TRA LORO 169 DONNE E 44 MINORI - Maxisbarco stamane nel porto di Palermo: 770 immigrati sono giuntia bordo di un grosso rimorchiatore battente bandiera norvegese,inserito nel dispositivo Triton. Tra i migranti 169 donne e 44minori. Le operazioni sono state coordinate dalla Guardiacostiera. Soccorsi in vari interventi di salvataggio, glistranieri provengono in gran parte da Nigeria, Costa d'Avorioed Eritrea. Consistente la macchina dell'accoglienza attivata,con l'intervento, tra le altre, di squadre della Protezionecivile, della Croce Rossa, dell'Asp e della Caritas. (AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it