British Airways hackerata, a rischio 380.000 carte di credito dei clienti

British Airways hacker
 (Afp)
 British Airway

La compagnia aerea britannica British Airways ha denunciato un furto di dati dei suoi clienti avvenuto attraverso il proprio sito web e l'applicazione mobile che potrebbe aver riguardato 380mila carte di credito.
La compagnia, che fa parte del gruppo aeronautico spagnolo-britannico Iag, ha riferito di aver aperto un'indagine "urgente" per chiarire cosa è successo.

Ha dichiarato inoltre che le informazioni sui clienti, che non hanno riguardato dettagli di viaggio o passaporti, sono state compromesse dalle 21.58 (23.58 in Italia) del 21 agosto alle 20.45 (22.45 in Italia) di ieri, 5 settembre.

In questo lasso di tempo "le informazioni personali e finanziarie" dei clienti che hanno effettuato prenotazioni sul sito web ba.com e sull'applicazione mobile della compagnia aerea, erano suscettibili di furto, ha dichiarato la British Airways in una nota.

La compagnia ha anche riferito di aver contattato i clienti interessati e ha raccomandato che coloro che credono di essere state vittime di questi furti "contattino le loro banche o i fornitori di carte di credito e seguano le loro raccomandazioni".

 Il presidente e amministratore delegato della compagnia aerea, Alex Cruz, ha assicurato che "proteggere le informazioni personali dei clienti è una questione estremamente seria" per l'azienda. "Ci rammarichiamo profondamente per l'interruzione causata da questa attività criminale", ha aggiunto. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it