Brasile, contrordine. Sì all'impeachment

Solo 24 ore fa il presidente della Camera aveva deciso di sospendere il processo contro Rousseff

Brasile, contrordine. Sì all'impeachment
  Dilma Rousseff

 Rio de Janeiro - Il presidente della Camera brasiliana ha fatto marcia indietro sulla decisione, annunciata appena ventiquattr'ore prima, di sospendere il processo di impeachment del presidente Dilma Rousseff. Con una clamorosa giravolta, che pero' evita uno scontro istituzionale destinato a finire dinanzi alla Corte Suprema, Waldir Maranhao, presidente facente funzione della Camera dei deputati, ha fatto sapere con un comunicato che "riconsidera" la decisione di annullare il voto del 17 aprile, quando i deputati hanno approvato l'avvio della procedura di impeachment.

Dopo giornata di caos, Senato riprende impeachment

Il presidente del Senato Renan Calheiros aveva già deciso comunque che il procedimento di destituzione della presidente -accusata di aver 'aggiustato' i conti pubblici per presentarli al meglio agli elettori che, nel 2014, dovevano confermarla nel secondo mandato- avrebbe seguito il suo corso domani nel plenum della 'camera alta', ignorando l'ordine "intempestivo" di Maranhao. (AGI)