Belgio: bloccato e isolato da sciopero "piu' unitario di sempre"

(AGI) - Bruxelles, 15 dic. - Belgio paralizzato e isolato dalmondo per uno sciopero generale che ha bloccato i voli,interrotto tutti i collegamenti ferroviari internazionali echiuso i porti, in una protesat contro il piano di austerita'del governo di Charles Michel. Oltre ai trasporti, si sonofermate scuole e uffici pubblici, con un picchettaggio persinodavanti al quartier generale dell'Unione europea. I sindacati belgi hanno parlato di "grande riuscita". Lasegretaria generale della Confederazione dei sindacaticristiani, Marie-Helene Ska, ha detto che "non c'e' mai statouno sciopero cosi' forte, unitario, dal nord al sud e dall'est

(AGI) - Bruxelles, 15 dic. - Belgio paralizzato e isolato dalmondo per uno sciopero generale che ha bloccato i voli,interrotto tutti i collegamenti ferroviari internazionali echiuso i porti, in una protesat contro il piano di austerita'del governo di Charles Michel. Oltre ai trasporti, si sonofermate scuole e uffici pubblici, con un picchettaggio persinodavanti al quartier generale dell'Unione europea. I sindacati belgi hanno parlato di "grande riuscita". Lasegretaria generale della Confederazione dei sindacaticristiani, Marie-Helene Ska, ha detto che "non c'e' mai statouno sciopero cosi' forte, unitario, dal nord al sud e dall'estall'ovest del Belgio: non e' uno sciopero corporativo ma unsegnale forte". Tutti i trasporti pubblici sono stati bloccati, bus, treni,e anche aerei in partenza e in arrivo nei due aeroportiprincipali di Bruxelles e Charleroi: i lavoratori del settorehanno infatti anche chiuso lo spazio aereo sul regno. Blocchistradali rendono difficile anche la circolazione privata emoltissimi negozi sono rimasti chiusi anche a Bruxelles, cheoggi ospita alcuni importanti appuntamenti delle istituzionicomunitarie, il Consiglio Agricoltura e il Consiglio Affariesteri. Lo sciopero di oggi conclude una serie di quattro lunedi'di paralisi parziali dei servizi, che hanno riguardato lediverse zone del Paese prima di unirsi nella "greve" odierna. Isindacati contestano le scelte di politica economica delgoverno di centro destra guidato dal liberale Claude Michel."Chiediamo che il governo tenga conto della realta' deilavoratori: chiediamo che si rilanci l'economia e si dianosegnali positivi ai giovani, troppo spesso senza lavoro", haspiegato Ska. (AGI).