Barry è ora una tempesta tropicale. Piogge fanno temere inondazioni in Louisiana

Tutti i voli di arrivo e partenza a New Orleans sono stati cancellati, migliaia di persone sono state evacuate dalle loro case, decine di migliaia sono rimaste senza elettricità

barry tempesta tropicale
SCOTT OLSON / GETTY IMAGES NORTH AMERICA / AFP
New Orleans

Uragano per poche ore, la tempesta tropicale Barry continua a sferzare lo Stato della Louisiana, negli Stati Uniti, con forti piogge e venti. E adesso il timore è quello delle inondazioni. Barry, che per qualche ora è stato il primo uragano della stagione atlantica, si è indebolito in una tempesta tropicale quando sabato ha toccato terra, sulla costa della Louisiana, ma continua ad avere un forte impatto spostandosi verso Nord, nell'entroterra. Tutti i voli di arrivo e partenza a New Orleans sono stati cancellati, migliaia di persone sono state evacuate dalle loro case, decine di migliaia sono rimaste senza elettricità.

Ma il sistema di protezione di New Orleans ha retto, anche se il sindaco della città LaToya Cantrell ora ammonisce: "Non siamo ancora fuori pericolo". Anche il governatore della Louisiana, John Bel Edwards, ha previsto che la tempesta si intensificherà nell'arco delle prossime ore e che in molte zone continuerà a cadere una pioggia violenta: "Non abbassare la guardia pensando che il peggio sia passato". "Barry è ancora una tempesta pericolosa con un impatto che aumenterà solo di domenica", ha twittato il National Weather Service.

La Louisiana subì gli effetti dell'uragano Katrina nel 2005, che provocò oltre 1800 morti, in particolare proprio nella città di New Orleans. Da allora molte cose sono cambiate, è stato allestito un sistema di prevenzione e protezione dalle alluvioni, ma il ricordo di Katrina è ancora una ferita aperta.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it