"Io a Times Square c'ero. E vi racconto la paura"

L'auto che arriva velocissima. Le urla dei passanti. Il boato dello schianto. E quel lenzuolo bianco

"Io a Times Square c'ero. E vi racconto la paura"

 "Quell'auto correva velocissima, mi ripetevo solo: 'speriamo che ora rallenti'. Poi ho cominciato a scappare, insieme con gli altri, mentre la vedevo che investiva la folla". Il terrore, raccontato dalla testimone oculare Donatella Mulvoni, collaboratrice dell'AGI, è piombato alle 11.55 nel cuore di New York, a Times Square.

 

 

 

Richard Rojas, 26enne del Bronx, è alla guida di un'auto Honda di color marrone, della quale, secondo la polizia, ha "perso il controllo" tra la 45esima e Broadway. L'auto finisce sulla folla: una diciassettenne muore e altre 22 persone restano ferite, fra cui tre in gravi condizioni. Il guidatore è stato arrestato.

video

  • L’auto è piombata sulla zona tra 42esima e 45esima strada tra 7ma Avenue e Broadway, scrive La Stampa

Richard Rojas è un ex militare della Marina e ha precedenti penali, ha detto il sindaco, Bill De Blasio, mentre il New York Police Department esclude che abbia voluto mettere in atto un attacco terroristico. 

  • Richard Rojas, 26 anni, era ubriaco, riporta Repubblica

Guidava ubriaco (è già condannato per questo reato due volte), ma - ha aggiunto parlando con il New York Post il testimone oculare Michael Tickerby, sembrava "che volesse colpire le persone, letteralmente prendendole di mira". Quando l'auto si è fermata, contro alcuni paletti spartitraffico, Rojas ne è sceso. "Urlava, cercava di prendere a pugni le persone, le spintonava", ha aggiunto Rickerby.

 

"Alcuni ragazzi - continua Mulvoni - urlavano: 'questo figlio di puttana se la ride, pure'. Poi lo hanno visto piangere, mentre io pensavo a Nizza, a quel che era successo in Francia. Vedevo lenzuoli bianchi a terra, e mi sembrava impossibile non ci fossero molti morti". 

  • L'auto viaggiava contromano, riferisce il Corriere