al-Zawahiri pronto a sciogliere Al Qaeda, "alleanza con l'Isis"

(AGI) - Roma, 3 apr. - La notizia non trova al momentoconferme, ma e' di quelle a effetto: Al Qaeda sarebbe pronta asciogliersi in favore dell'Isis. Secondo un ex membrodell'organizzazione terroristica che faceva capo ad osama BinLaden, Auman al Din, citato dal quotidiano pan-arabo Al-Hayat,il leader di Al Qaeda, Ayman al-Zawahiri, avrebbe l'intenzionedi scioglierla. Secondo il quotidiano, l'ex chirurgo egizianoavrebbe gia' sciolto le cellule locali del gruppo terroristicoda ogni vincolo di fedelta' per lasciarle libere di allearsicon altre formazioni, implicito riferimento all'Isis di AbuBakr al-Baghdadi. Secondo Auman Dain, gia' militante

(AGI) - Roma, 3 apr. - La notizia non trova al momentoconferme, ma e' di quelle a effetto: Al Qaeda sarebbe pronta asciogliersi in favore dell'Isis. Secondo un ex membrodell'organizzazione terroristica che faceva capo ad osama BinLaden, Auman al Din, citato dal quotidiano pan-arabo Al-Hayat,il leader di Al Qaeda, Ayman al-Zawahiri, avrebbe l'intenzionedi scioglierla. Secondo il quotidiano, l'ex chirurgo egizianoavrebbe gia' sciolto le cellule locali del gruppo terroristicoda ogni vincolo di fedelta' per lasciarle libere di allearsicon altre formazioni, implicito riferimento all'Isis di AbuBakr al-Baghdadi. Secondo Auman Dain, gia' militante del movimento guidato daZawahiri e ora collaboratore dei servizi segreti britannici, ilFronte al-Nusra siriano, che fa capo proprio ad Al Qaeda,avrebbe informato i connazionali di Ahrar al-Sham e altrigruppi islamisti attivi in Siria di voler lasciare la reteterroristica, sostenendo che l'organizzazione annuncera'prossimamente il suo scioglimento in concomitanza con il ritirodel successore di Osama bin Laden. I motivi della decisione potrebbero essere ricondotti allaormai capillare diffusione dell'Isis non solo in Iraq e Siria,dove e' stato proclamato il califfato, ma anche in altri paesi,come la Libia, la Nigeria e lo Yemen, il Suidan, l'Indonesia,l'Egitto. Sono i due "brand" piu' forti nel mercato globale delterrore: uno ormai da trent'anni, forgiato sulle montagnedell'Afghanistan e reso indelebile dalle stragi efferatedell'11 settembre, l'altro e' emerso dopo il 2011 con la guerracivile siriana e si e' imposto con le rapide avanzate e imacabri video degli ostaggi decapitati o dati alle fiamme. Tra Al Qaeda e Isis, due gruppi terroristici della stessafiliera sunnita, c'e' stato un iniziale fiancheggiamento che sie' gradualmente trasformato in rivalita' se non apertaostilita', soprattutto in Siria. Ora, pero', l'ascesa fulmineadel Califfato potrebbe arrivare a inglobare le varie sigle in"franchsing" della rete qaedista fondata da Osama bin Laden permeglio combattere i comuni nemici, l'Occidente e gli sciiti. Al Qaeda (la base), e' un movimento islamista sunnita diispirazione wahabita nato nel 1989, alla fine della guerra inAfghanistan contro i sovietici. La sua caratteristica e' statasempre quella di una struttura che accentra le decisioni, coleader riconosciuti come Osama bin Laden e l'ex medico egizianoAyman al-Zawahiri, ma decentra le azioni da parte delle variecellule, come dimostrarono in modo lampante gli attacchi alleTorri Gemelle del 2011. Gruppi qedisti si sono diffisu in tuttoil Nordafrica, nel Corno d'Africa e in Medio Oriente. L'Isis e' nato in Iraq come un'ala qaedista ai tempi dellaleadership irachena di Abu Musab Zarqawi, ucciso nel 2006.Nella guerra contro Bashar al-Assad in Siria, pero', ha assuntoun ruolo autonomo contrapponendosi agli altri gruppi ribellimentre si rafforzava sotto la leadership del suo attuale capo,Abu Baker al Baghdadi. Lo strappo con Al Qaeda e' avvenutonella primavera del 2013, quando l'Isis ha cercato diaffermarsi tra gli jihadisti anti-Assad, combattendo i qaedistisiriani del Fronte Al Nusra. (AGI) .