VICE PREMIER ALL'EXPO PER CHINA NATIONAL DAY

Milano, 08 giu. - "Milano Expo 2015 e' l'occasione per rafforzare la cooperazione tra Italia e Cina": lo ha dichiarato il vice premier cinese Wang Yang durante la cerimonia dell'alzabandiera che ha dato il via alla giornata nazionale del Padiglione cinese a Milano Expo. "Nella sola giornata di oggi sono 6 mila i cinesi in visita al sito" ha detto Wang al ministro dell'Istruzione Stefania Giannini che ha accompagnato il vice premier nella visita istituzionale. "Finiti gli esami di ammissione all'universita' (gaokao), l'Italia si prepari a un'ondata di turisti cinesi". Non e' solo l'incremento del turismo al centro della visita di Wang Yang: "L'attenzione al settore agroalimentare e' di cruciale importanza per i nostri paesi e per il mondo intero" ha spiegato il ministro Giannini intervenuta all'Italy-China Innovatiom Forum svoltosi al Padiglione di Intesa Sanpaolo. Innovazione, investimenti su biotecnologie e sicurezza alimentare: "Il piano quinquennale cinese e' in sintonia con quello italiano che verra' presentato nei prossimi giorni al consiglio dei ministri".

Quest'anno si celebra il 45esimo anniversario delle relazioni diplomatichetra i due paesi. "Dobbiamo creare con la Cina un rapporto piu' sistemico che prosegua anche dopo i sei mesi dell'Expo. Molti i settori di collaborazione che Italia e Cina possono incrementare, dallo sviluppo di nuovi materiali biodegradabili alla conservazione dei prodotti alimentari". Non solo.  L'Italia e' sempre piu' importante nel piano Cina-Europa 2020" ha dichiarato Wang Yang. "L'Italia ha 200 cluster di innovazione, la collaborazione tra regioni italiane e province cinesi e' di cruciale importanza, la Cina ha creato dei cluster nel delta del Fiume Azzurro e del Fiume Giallo".

 


National Day Cina

 

Si è celebrato lunedì 8 giugno il National Day della Cina che partecipa all'Expo con un imponente Padiglione situato sul Decumano, su un'area di 4.590 metri quadri. Tre i temi scelti da Pechino per l'Esposizione Universale: “Il dono della natura”, che illustra il processo del raccolto secondo il calendario cinese lunisolare e i cinque colori del suolo; “Cibo per la vita” che mostra il percorso produttivo del cibo, del tofu e di altri piatti, le Otto famose scuole di cucina cinese, la cultura del tè e “Tecnologia e futuro” che documenta i progressi scientifici il riciclo in agricoltura, le tecniche per la tracciabilità, l'Internet delle cose. Lo scopo è ricordare la convinzione della filosofia cinese che “l'uomo è parte integrante della natura”, il filo conduttore è, appunto, la ricerca di equilibrio tra gli esseri umani e l'ambiente, tra l'umanità e la natura. Con il motto"Terra di speranza, cibo per la vita" la Cina vuole sottolineare la profonda gratitudine del popolo nei confronti della Terra e dei suoi frutti. Mentre il contadino si prende cura del terreno, da cui ricava il riso e il grano, l'essere umano deve avere a cuore il Pianeta. Con questa metafora si snoda il percorso del visitatore all'interno del Padiglione che mostra le meraviglie naturali presenti nel Paese con immagini e video suggestivi, ma sottolinea anche i progressi tecnologici che permettono ai cinesi di migliorare la resa dei raccolti ed evitare gli sprechi alimentari.


8 giugno 2015

 

LEGGI ANCHE


FORMAZIONE: ACCORDO MISE, MIUR E HUAWEI PER PROGRAMMA TALENTI

 

A EXPO E' DI SCENA LA SETTIMANA DI PECHINO


@Riproduzione riservata