VENDOLA: "ITALIA-CINA, MOLTE OCCASIONI PERSE"

VENDOLA: "ITALIA-CINA, MOLTE OCCASIONI PERSE"

Pechino, 11 nov.- "L'Italia è in ritardo sulla Cina, abbiamo perso tantissime occasioni per farci conoscere. Lo scopo di questa missione è stringere ancora di più i legami tra la Regione Puglia e le province cinesi con le quali abbiamo già instaurato un dialogo da tempo": il governatore della Regione Puglia e leader di SEL Nichi Vendola ha illustrato i contenuti della missione nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta venerdì presso l'Ambasciata d'Italia a Pechino.

 

Nel corso della visita, Vendola è stato a Canton (Guangzhou), capitale della provincia del Guangdong, la più ricca della Cina, dove ha incontrato nuovamente il governatore Wang Yang, tra gli astri nascenti del Partito Comunista Cinese, che in molti vedono proiettato verso una posizione di vertice nel 2012, quando l'amministrazione centrale di Pechino subirà un ricambio.

 

"Con Wang Yang, governatore di una provincia ricca ed effervescente, ci eravamo incontrati nel 2008 - ha raccontato Vendola - e successivamente abbiamo firmato un protocollo d'intesa. Nel corso di questa visita ci sono stati numerosi incontri tra imprenditori pugliesi e cinesi, e abbiamo offerto la disponibilità a sfruttare il nostro know how ambientale per adottare una città o un quartiere del Guangdong da riqualificare attraverso lo sfruttamento di energie rinnovabili, la riqualificazione delle aree urbane e la ripulitura delle acque, tutti settori in cui la Puglia, in ha una notevole esperienza".

 

Vendola ha anche annunciato l'apertura di una sede dell'Istituto Confucio a Bari: "Ci siamo resi conto che ci sono pochissimi studenti cinesi in Puglia e pochissimi studenti pugliesi effettuano scambi in Cina. L'Istituto Confucio sarà il punto di partenza per intensificare questi scambi, ed è un investimento strategico, perché la Cina non è solo una potenza economica, e gli affari passano anche attraverso una reciproca conoscenza. Gli investimenti culturali sono propedeutici a quelli economici".

 

La missione è poi proseguita nella provincia dello Zhejiang, dove il governatore ha incontrato il vicepresidente della ricca provincia meridionale e ha visitato il Padiglione dell'Innovazione, dove spicca la partecipazione italiana. La missione proseguirà sabato a Pechino, con altri incontri tra aziende pugliesi e aziende cinesi.

 

"Una delle prime domande che mi sono state rivolte in questi giorni in Italia riguarda il costo della missione in Cina - ha concluso Vendola -, ma ci tengo a dire che al mio seguito a spese della Regione c'è solo il capo di gabinetto. Tutti gli imprenditori pugliesi partecipano a loro spese. Sono orgoglioso di essere in Cina nei giorni della crisi, perché, come presidente di una regione che lo scorso anno ha incrementato del 22% l'export complessivo, questo è il mio modo di combattere la crisi".

 

di Antonio Talia

 

© Riproduzione riservata