UNIFICAZIONE DEI SISTEMI ELETTRICO E CARBONIFERO

Pechino, 19 feb. - Tra gli obiettivi del 2010 formulati dallecinque maggiori societa' cinesi produttrici di energiaelettrica, emergono l'integrazione del sistema a carbone,l'ottimizzazione delle fonti di energia elettrica e dellastruttura industriale, una partecipazione attiva nellacompetizione internazionale e l'allargamento dei capitali. Sindall'inizio dell'inverno si sono verificati problemi relativial trasporto del carbone e dell'energia elettrica i quali,secondo le societa' elettriche, potrebbero essere risolti conl'unificazione dei sistemi. L'importanza accordata allaproduzione di energia elettrica, ha permesso lo scorso anno disuperare i 100milioni di kW di capacita' installata, ma anchedi ottenere progressi significativi nella produzione delcarbone, aumentandola di 20milioni 480mila tonnellate, per untotale di 47milioni 720mila tonnellate e un incremento del 75%.Quest'anno si stima che la produzione di carbone aumentera'ulteriormente di piu' di 15 milioni di tonnellate, con unacrescita del 30%. I gruppi di investimento in energia elettricastimano di aumentare la produzione di 22milioni 600milatonnellate nell'anno in corso, giungendo a un totale di72milioni 750mila tonnellate. Sebbene la China DatangCorporation abbia stimato una produzione di soli 7milioni ditonnellate, entro il 2015 aumentera' di circa 100milioni. Gliobiettivi ratificati nel 2010 dalla China Huadian Corporation,prevedono la produzione di 31milioni di tonnellate, perarrivare nel 2013 a una capacita' di produzione annuale delleminiere carbonifere che superi i 100milioni di tonnellate. Icinque gruppi, inoltre, promuoveranno la creazione di unsistema di circolazione del carbone, aumenteranno gliinvestimenti nelle ferrovie e nei porti, cosi' da costituireuna rete di trasporti unificata. La China Power InvestmentCorporation accelerera' la costruzione di arterie per iltrasporto del carbone nel meridione; Haidian fara' lo stessoper le zone occidentali. .