Umbria in missione per cooperazione in protezione ambientale e sicurezza alimentare

Pechino, 29 mag. - Umbria protagonista in Cina con una missione nel sud-ovest del gigante asiatico. Una delegazione guidata da Lucio Caporizzi, direttore per la Programmazione, l'Innovazione e la Competitività della regione è stata a Chongqing e Shanghai tra il 19 e il 23 maggio scorsi per finalizzare gli accordi di cooperazione nel settore della protezione ambientale e della sicurezza alimentare e verificare le partnership con gli uffici del Sichuan e di Chongqing del Ccpit, il China Council for the Promotion of International Trade (Ccpit) l'ente del governo cinese che organizza la presenza cinese all'Esposizione Universale di Milano, in occasione della partecipazione delle due province cinesi, a luglio e settembre prossimi. Oltre a Capirizzi, la missione ha visto la partecipazione del responsabile del Servizio Relazioni Internazionali, Giampiero Rasimelli, dalla responsabile Internazionalizzazione e Cooperazione dell'Agenzia Sviluppo, Umbria Marina Sereni, e dal responsabile della sede di Roma della Fondazione Italia-Cina, Andrea Canapa.

La missione - definita da Andrea Canapa "un bel successo" - è stata seguita dal Consolato Generale a Chongqing, che ha aperto a fine 2013. Sul piano della sicurezza alimentare, la regione Umbria e la provincia cinese del Sichuan hanno discusso della possibilità di tenere a Chengdu, capoluogo provinciale del Sichuan, il forum sulla sicurezza alimentare del 2016. Durante la tappa a Shanghai, assieme alla collaborazione del Consolato Generale di Shanghai e dell'ufficio Ice, si sono poi avviate la discussioni per l'organizzazione del primo Umbria Jazz Festival in Cina come "strumento di promozione dell'Umbria" e per una possibile collaborazione con il distretto di Changning, dove si trova l'aeroporto di Hongqiao, uno dei due scali della metropoli cinese.


29 maggio 2015

 

© Riproduzione riservata