Ucraina, diplomazia cinese: Ue piu' pragmatica di Usa

 

di Eugenio Buzzetti

Twitter@Eastofnowest


Pechino, 27 feb. - Unione Europea più pragmatica degli Stati Uniti nella gestione della crisi in Ucraina. E' questo il giudizio dell'ambasciatore cinese in Belgio, Qu Xing, che ha parlato ai microfoni dell'agenzia Xinhua, spiegando che, a causa della dipendenza energetica dei Paesi europei dalla Russia, "l'Ue ha mantenuto un atteggiamento più pragmatico rispetto agli Stati Uniti sulla questione Ucraina", scrive l'agenzia cinese attribuendo le parole al diplomatico di Bruxelles. L'assenza degli Stati Uniti dall'ultimo round di negoziati di Minsk del 12 febbraio scorso è un segnale, secondo l'ambasciatore cinese, che "nonostante sia stato raggiunto un accordo sul cessate il fuoco, è ancora possibile per i Paesi occidentali cambiare la decisione in futuro con la scusa che gli Stati Uniti non erano coinvolti nei negoziati".

Qu ha poi chiesto un cambio di atteggiamento nei confronti della crisi da parte di tutte le potenze coinvolte. "L'occidente dovrebbe abbandonare il gioco a somma zero nella crisi in Ucraina e prendere in considerazione le preoccupazioni sulla sicurezza della Russia", ha affermato l'ambasciatore cinese in Belgio. Al centro della crisi in Ucraina, il diplomatico cinese mette il "gioco tra la Russia e le potenze occidentali", tra cui Stati Uniti e Unione Europea. "Senza l'intervento esterno da diverse potenze - ha spiegato l'ambasciatore - la questione ucraina non si sarebbe sviluppata nella seria crisi che è".

Qu ha infine espresso le speranze cinesi che la crisi possa risolversi con i mezzi della politica, per l'amicizia che lega Pechino e Kiev. L'ambasciatore cinese in Belgio ha poi sottolineato l'aderenza del suo Paese ai principi di non interferenza negli affari interni di altri Paesi e il rispetto per la sovranità territoriale dell'Ucraina. La non interferenza negli affari esterni e il rispetto della sovranità territoriale sono stati due dei punti citati lunedì scorso alle Nazioni Unite dal ministro degli Esteri cinese, Wang Yi, durante una riunione del Consiglio di Sicurezza, in cui ha fissato i quattro principi delle relazioni internazionali secondo la Cina, ovvero l'opposizione ai conflitti, al gioco "a somma zero" (da sostituire con l'approccio win-win) ai tentativi di egemonia e agli scontri tra nazioni sui temi internazionali.

 

27 febbraio 2015

 

 

ALTRI ARTICOLI

 


DAL PCC LA NUOVA DOTTRINA DEI "QUATTRO COMPRENSIVI"


WANG JAINLING SMENTISCE ACQUISIZIONE MILAN


TERRORISMO: FOTO TWITTER GENERA PANICO A TAIWAN

 

GIANNINI: HO BISOGNO DELLE QUALITA' DELLA CAPRA PER RIFORME

 

SOSPESO DA CCPPC VICE MINISTRO SICUREZZA MA JIAN

 

TURISMO, +10% DI VIAGGI ALL'ESTERO PER IL CAPODANNO

 

SBC: MANIFATTURIERO FEBBRAIO AI MASSIMI DA 4 MESI

 

CINA ALL'ONU: I "QUATTRO NO" NELLA COOPERAZIONE


SCOPERTA MUMMIA MONACO ALL'INTERNO DI STATUA DI BUDDHA


LE TIGRI "NASCOSTE" L'ULTIMO TARGET DEL PCC


EXPO: ALITALIA, TRE VOLI SETTIMANALI MILANO-SHANGHAI

 

VIA DELLA SETA, TERMINATO VIAGGIO INAUGURALE

 

PROTESTA CONTRO INDIA PER VISITA DI MODI IN ARUNACHAL PRADESH

 

DUE CINESI NELLE PRESELEZIONI PER COLOZZINARE MARTE

 

RIFORME FINANZIARIE ANCORA LENTE PER BANCHE STRANIERE

 

LA GRECIA SI ALLONTANA DALL'UE PECHINO STRIZZA L'OCCHIO AD ATENE

 

TERRORISMO, AL JAZEERA: CINA AL LAVORO PER RIMPATRIO UIGHURI

 

MAR CINESE MERIDIONALE: TRA PROVE DI DISGELO E CACCIA AL GREGGIO

 

GALA DI CAPODANNO, POLEMICA SU SKETCH ANTI-CORRUZIONE

 

WSJ: ALLO STUDIO FUSIONE TRA I GIGANTI DELL'ENERGIA

 

AL VIA ESERCITAZIONI NAVALI CONGIUNTE CON GRECIA

 

DAL SOCHUAX AL MILANO, LA CINA PUNTA AL CALCIO EUROPEO

 

ANNO DELLA CAPRA, IL PRIMO DELLA "NUOVA NORMALITA'"

 

MIGLIAIA DI PROFUGHI BIRMANI NELLO YUNNAN, ALLERTA A PECHINO

 

NDRC CHIEDE CRESCITA AL 6,5% FINO AL 2020

 

RFC: KAMIKAZE NELLO XINJIANG FA 7 MORTI

 

WANG YI IN IRAN, "SPRINT FINALE" SU NUCLEARE

 

MILITARI IN SOVRAPPESO A RISCHIO DEGRADAZIONE

 

DA PBoC FONDO PER LA VIA DELLA SETA

 

@Riproduzione riservata