TRE SOLUZIONI PER FRONTEGGIARE LA CRISI

Pechino, 20 ago. - E' in corso a Pechino la 27� ConferenzaInternazionale dal titolo: "Il nuovo panorama dell'agricolturaglobale". La conferenza, che conta l'adesione di piu' di milletra organizzazioni internazionali e rappresentanti di 70 Paesi,ha visto la partecipazione di Lin Yifu, Chief Economist e VicePresidente della Banca Mondiale, il quale , nel corso del suointervento, ha proposto e illustrato tre misure chiave perfronteggiare la crisi internazionale. Lin lega la crisieconomica a tre fattori principali: la continua crescitafinanziaria dei Paesi piu' sviluppati unita ad un rilassamentodegli organi di supervisione; le misure adottate dalla FederalReserve per frenare la recessione e stimolare il settoreimmobiliare - all'indomani dello scoppio della bollaspeculativa legata alla new economy nel 2001 - che hannogenerato una nuovo rigonfiamento effimero del mercato; e infineil fragile equilibrio tra i paesi sviluppati e quelli emergentiche hanno registrato un elevato tasso sui depositi. Egliaggiunge che partendo dalle nazioni piu' sviluppate la crisi hainteressato gli investimenti, il commercio, i titoli azionarifino a ripercuotersi, attraverso la fluttuazione dei prezzi,sui Paesi piu' poveri nei quali l'oscillazione dei prezzi deibeni alimentari ha avuto un drammatico impatto sulla gia'precaria condizione della popolazione. Lin suggerisce quindi diaffrontare la crisi mondiale su tre fronti diversi: realizzareuna riforma finanziaria che sia gestita e monitorata dagliorgani di supervisione; adottare una politica monetaria efinanziaria in grado di stimolare la domanda e di migliorare ilquadro macroeconomico, ed infine creare forme di welfare chetutelino le fasce precarie della popolazione. A questoproposito Lin indica come condizione necessaria un rinnovamentodelle politiche agrarie, suggerendo un ampliamento delleinfrastrutture agricole e un programma di investimenti agrari.