Terremoto: ex kickboxer cinese donerà 10mila yuan

di Eugenio Buzzetti

 

 

Pechino, 29 ago. - Diecimila yuan, circa 1340 euro, per aiutare le popolazioni colpite dal terremoto di magnitudo 6.0 che ha colpito il Lazio e le Marche. E' l'impegno di un ex campione cinese di kickboxing, Yan Dinan, oggi capo dell'area cinese della World Federation of Kickboxing. La donazione viene fatta "in prima persona" dallo stesso Yan tramite l'Ambasciata d'Italia a Pechino. L'ex lottatore ha voluto estendere "il conforto più sincero" alle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto scorso.

Yan si è ritirato nel 2013, dopo avere vinto il Campionato del Mondo di Kickboxing che quell'anno si disputava in Italia, a Massa, e di cui ricorda la calorosa accoglienza del pubblico. Quest'anno tornerà in Italia, ad Andria, in Puglia, dove si terrà a novembre prossimo l'edizione di quest'anno del Campionato del Mondo di Kickboxing. In un messaggio inviato via e-mail all'Ambasciata d'Italia a Pechino, Yan, proveniente dalla provincia sud-occidentale cinese del Sichuan, ha ricordato le donazioni provenienti dall'Italia in occasione del terremoto di magnitudo 8.0 che ha colpito la sua città natale e ampie aree del Sichuan nel maggio 2008, provocando circa settantamila vittime.

"In quel momento di difficoltà, la popolazione italiana ci è venuta in soccorso con una donazione totale di circa 22 milioni di yuan, molto più di quanto donato dagli Stati Uniti e dagli altri Paesi europei", ha poi commentato Yan, che ha concluso la mail con l'augurio che "Dio benedica l'Italia!". La donazione dell'ex lottatore è la seconda proveniente dalla Cina in pochi giorni. Venerdì scorso, Zhang Jindong, il presidente di Suning, la conglomerata cinese che è proprietaria dell'Inter, ha annunciato l'intenzione di donare duecentomila euro alle associazioni che si occupano di aiutare le popolazioni colpite dal sisma di settimana scorsa.

 

 

29 AGOSTO 2016

 

 

@Riproduzione riservata