TEMPESTE DI NEVE, LUCI SPENTE

TEMPESTE DI NEVE,  LUCI SPENTE
Pechino, 07 gen. - L'ondata di gelo sta causando un razionamento dell'energia elettrica in diverse zone della Cina: le incredibili nevicate degli ultimi giorni  hanno causato innumerevoli problemi nel trasporto del carbone, che rimane la principale fonte di alimentazione delle centrali elettriche cinesi. La State Electricity Regulatory Commission ha diffuso una nota nella quale si richiede alla popolazione di risparmiare al massimo l'impiego di elettricità. I ritardi nell'approvvigionamento di carbone sono particolarmente gravi in province come Hunan, Hubei, Jiangxi ed Henan; in quest'ultima provincia le scorte, secondo le fonti ufficiali cinesi, non sono abbastanza per soddisfare la domanda dei prossimi 8 giorni, mentre la situazione sarebbe ancora peggiore in alcune delle province meridionali e gli approvvigionamenti della zona Pechino- Tianjin-Tangshan registrano una continua diminuzione. Le megalopoli di Shanghai, Chongqing e numerose altre province della Cina orientale e centrale come Hubei, Jiangxi e Jiangsu stanno razionando l'elettricità, in particolar modo quella impiegata per uso industriale. "Anche in questa situazione estrema, assicureremo la fornitura di elettricità nelle abitazioni, che rimane la nostra priorità principale" ha dichiarato il portavoce di East China Grid per l'area di Shanghai Wang Changxing. Una tempesta di neve a Pechino ha fatto scendere la temperatura quasi 17 gradi sotto lo zero, un gelo che la capitale cinese non registrava dal 1971. Secondo le previsioni diffuse dalla China Meteorological Administration la neve continuerà a cadere nella Cina settentrionale e nordoccidentale anche nei prossimi giorni.