Sprint cinese per Merloni Progetti

Gli italiani insegnano ai cinesi come rigenerare le batterie scariche delle auto. E come riciclare i frigoriferi usati. Lo fa la Merloni Progetti, la società di ingegneria del gruppo marchigiano guidato da Aristide Merloni, gruppo conosciuto ai consumatori attraverso i prodotti dell'Indesit. «Dopo qualche anno di bilanci in sofferenza – spiega l'amministratore delegato della Merloni Progetti, Carmine Biello, 49 anni, ingegnere molisano – ora il portafoglio ordini è risalito sui 200 milioni per i prossimi tre anni per una società di ingegneria che si colloca nella fascia media dei lavori».
Gli italiani sono gli "inventori" del riciclo delle batterie al piombo. Non a caso in Italia esiste uno dei più antichi consorzi di riciclo, il Cobat, creato 23 anni fa. E gli italiani sono gli "inventori" anche del ricupero dei frigoriferi rotti: oltre al riciclo della "carrozzeria" di lamiera, delle componenti elettromeccaniche e del polistirolo che costituisce le imbottiture termiche e l'arredo interno, viene ricuperato il gas refrigerante e il gas espanso delle schiume isolanti, i quali possono danneggiare lo strato di ozono. Tra i primi stabilimenti al mondo va ricordato quello che il gruppo Falck (allora ancora siderurgico) realizzò vent'anni fa a Sesto San Giovanni.
«Il gruppo cinese Haier, il più importante produttore di elettrodomestici al mondo, ci ha ordinato sette impianti ciascuno dei quali possa trattare un milione di apparecchi l'anno», osserva Biello. La Cina, affamata di materie prime anche rigenerate e le cui sovraffollate regioni orientali cominciano a sentire il problema dello smaltimento dei rifiuti, si è dotata da poco di una legislazione ambientale molto simile a quella europea sul ricupero dei rifiuti e sul riciclo dei cosiddetti raee, rifiuti da apparecchi elettrici ed elettronici.
Il programma complessivo per il ricupero dei frigoriferi è di 40 milioni. Sorride Anna Rossetti, direttrice commerciale specializzata sul mercato cinese: «Quelli della Haier ci hanno detto: la Merloni Progetti ci diede la tecnologia per produrre gli elettrodomestici, e siamo diventati i primi al mondo. Oggi ci date la tecnologia per distruggerli».
Inoltre, ecco i due impianti da 15 milioni di euro l'uno per trattare e riciclare gli accumulatori al piombo: il primo cantiere è già aperto e in un anno sarà avviato anche il secondo. Saranno i più grandi dell'Asia.
In Russia a Ramenskoe, non lontano da Mosca, si sta realizzando un sistema completo agroindustriale: le serre, le stalle, il caseificio, l'impianto di trattamento del letame e di preparazione dei concimi, la centrale di cogenerazione che alimenta il riscaldamento delle serre e così via. Il valore della commessa è nell'ordine dei 60 milioni. Il polo dell'agroindustria sarà pronto in settembre e sarà inaugurato personalmente da Vladimir Vladimirovic Putin.
Alcuni anni fa era stata tentata una diversificazione poco convinta e nel 2008 la crisi internazionale ha dato per la prima volta un bilancio in perdita, confermato nel 2009 mentre stava partendo la razionalizzazione. È stato cambiato il vertice della società «e ci siamo concentrati nel core business dell'ingegneria, abbiamo venduti i segmenti di attività non strategici – aggiunge Biello – e le diversificazioni sono state limitate ai soli settori che consentono un'integrazione nel gruppo, come per esempio investimenti accorti nel settore dell'energia fotovoltaica». Per esempio lo stabilimento Indesit di Teverola (Caserta) ha fornito le superfici su cui posare i pannelli solari, la società elettrica del gruppo, l'Mpe, ha sviluppato l'investimento e la Merloni Progetti ha realizzato il lavoro. Ora il progetto prevede di attrezzare con energia pulita tutti gli stabilimenti del gruppo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE DIMENSIONI



200 milioni
Portafoglio ordini
Le commesse della Merloni Progetti per i prossimi tre anni assicurano la ripresa dopo un periodo di bilanci in rosso
7 milioni
Frigoriferi riciclati
Ognuno dei sette impianti da realizzare in Cina riciclerà un milione di apparecchi l'anno
26 Paesi
Gli stabilimenti costruiti
Fondata nel '73, la Merloni Progetti ha fornito l'ingegneria a 100 impianti, partendo da quelli in cui si producono elettrodomestici Ariston

15/04/2011