SINOPEC NEGA ACCORDO CON ADDAX PETROLEUM

Pechino, 16 giugno - Huang Wensheng, portavoce della piu'importante raffineria cinese Sinopec Corp., ha riferito alquotidiano China Daily che la compagnia non e' intenzionata aconcludere accordi con la Addax Petroleum Corp., societa'petrolifera con sede a Ginevra. Il quotidiano inglese SundayTimes ha affermato che la Sinopec avrebbe offerto 7,9 bilionidi dollari (5,6 bilioni di euro) per la trattativa ma non sonoancora conosciute le fonti della notizia. La scorsa settimanaanche i media cinesi hanno comunicato che la compagniapechinese sarebbe in trattative con la Addax per una sommastimata di 8 bilioni di dollari. Xu Dongmei, manager deiprogetti di cooperazione internazionale del Sinopec Group, hariferito ad un quotidiano di non essere a conoscenza dellatrattativa, aggiungendo, inoltre, che il suo dipartimento nonha l'incarico di proporre offerte. La compagnia Addax, quotataalla borsa di Toronto, ha manifestato interesse in unapotenziale transazione con la compagnia. La Cina e' interessataad aumentare i suoi investimenti nel campo petroliferointernazionale acquistando energia dalle ditte estere.Nonostante la smentita riguardo l'offerta all'Addax, una fonteanonima, vicina alla compagnia cinese, ha riferito che laSinopec e' in trattativa con diverse compagnie straniere. Datoil prezzo relativamente basso del greggio, i produttori cinesidi petrolio hanno accelerato il passo verso uno sviluppo delmercato internazionale. Petrochina (la piu' grande compagniapetrolifera cinese) ha intenzione di acquistare dalla KeppelCorp., il 45,5 % della Singapore Petroleum Co. (SPC), per circa3 euro ad azione. L'accordo e' ancora sottopostoall'approvazione del organo regolatore cinese.