SCANDALO ESAMI ACCESSO UNIVERSITA'

Pechino, 15 giu. - Oltre 40 persone sono state trattenute dallapolizia cinese per truffa durante gli esami di accessoall'universita'. Sono 6 i sospettati, nella provinciasettentrionale dello Shanxi, che avrebbero vendutoricetrasmettitori agli studenti di modo che quest'ultimipotessero rispondere correttamente alle domande dei test del 7e 9 giugno. Tra gli accusati ci sarebbero 4 studenti ed uninsegnante di scuola media. Nel Jilin, provincianord-orientale, sono 34 le persone coinvolte nello scandalo. InCina, gli esami per accedere all'universita' sono difondamentale importanza perche' determinano l'intera carrieralavorativa di una persona, per questo i giovani cinesi sonosottoposti a fortissime pressioni anche da parte dellefamiglie. Le autorita' governative hanno annunciato cheinaspriranno i provvedimenti relativi agli esami, soprattutto aseguito dello scandalo che ha coinvolto oltre 1000 partecipantiai concorsi per il pubblico impiego sorpresi ad utilizzareauricolari e trasmettitori senza fili.