SALGONO A 18 LE VITTIME DEL TIFONE RAMMASUN

Pechino, 21 lug. - Sale a 18 il numero delle vittime colpitedal tifone Rammasun, secondo le stime ufficiali risalenti allagiornata di ieri, mentre cinque persone risultano ancoradisperse. L'ultimo morto e' stato confermato nella tarda seratadi ieri nella provincia di Hainan, isola tropicale della Cinatra le maggiormente colpite dall'arrivo del tifone, il piu'violento ad abbattersi sulle coste cinesi degli ultimi quarantaanni. Tra le vittime del super-tifone figurano anche duefunzionari locali di Hainan che stavano partecipando alleoperazioni di salvataggio. Sono almeno 5,77 milioni le personecolpite dall'arrivo di Rammasun in Cina, scrive l'agenziaXinhua. Le aree maggiormente colpite dal passaggio delsuper-tifone sono state, oltre ad Hainan, quelle delle provincedi Guangdong e Guangxi. Ingenti anche i danni materiali. Iltifone ha distrutto 51mila abitazioni e oltre quarantamilaettari di coltivazioni. I danni economici sono stati pari a10,8 miliardi di yuan (1,28 miliardi di euro) e 1,13 milioni diabitazioni sono rimaste senza corrente elettrica che dovrebbeessere, pero', ripristinata entro i prossimi tre giorni. Dallagiornata di ieri sono ripresi i trasporti urbani, i voli e lelinee ferroviarie sull'isola di Hainan. Piu' contenute leconseguenze dell'arrivo del tifone nelle altre aree del Paese.Nella provincia meridionale del Guangxi i danni sono stati di1,63 miliardi di yuan (194 milioni di euro) con le tratteferroviarie che dovrebbero ripartire gia' dalla giornata dioggi. Il super-tifone Rammasun e' atterrato sulle coste cinesivenerdi' scorso dopo il passaggio dalle Filippine,dove haprovocato quaranta vittime e colpito la capitale, Manila,lasciando ampie zone della citta' senza corrente elettrica perdiversi giorni. .