RIEMPIRSI GLI OCCHI DI CINA

RIEMPIRSI GLI OCCHI DI CINA

Roma, 14 ott. - Ospite della puntata Lorenzo Barbieri, 28 anni, sinologo ed esperto marketing e comunicazione in Cina.

 

"Sono nato il primo di ottobre di ventotto anni fa in una valle a sud del Po, colli tranquilli e delicati, umidi e ventilati, terre di confini relativi a modo loro indipendenti, incastrati come sono tra le quattro regioni di Lombardia, Piemonte, Liguria ed Emilia.


Dopo il liceo ho scelto un corso di laurea triennale all'Università Bocconi di Milano con un triennio di Economia per le arti e la cultura, applicando - in modo più o meno utopico, ma sempre realistico (!) -, i principi della più rigorosa economia aziendale alle idee e ad altre cose che non si toccano, specializzandomi sul settore editoriale. In seguito mi sono iscritto al corso di laurea specialistica in Marketing Management, ancora una volta schivando agilmente i gelidi impianti statistici dedicandomi all'antropologia dei consumi e all'analisi qualitativa, trovando una professoressa magnifica che mi ha lasciato libero di inventare il mio modo di trovare i perché delle cose, facendomi laureare con una tesi sui beni effimeri: è stata la mia sintesi definitiva di tutto quel che avevo maturato sin lì, come chiudere una valigia ed essere sereni di lasciare la porta di casa dietro di sé. Due giorni dopo la discussione della tesi ero a Pechino.


Ho iniziato uno stage alla Camera di Commercio Italiana in Cina, area pubblicazioni, partecipando alla nascita di una rivista interamente dedicata all'enogastronomia italiana in Cina ed entrando via via in un gruppo giovanissimo e dinamico, cui la fortuna ha voluto non mi staccassi più per due anni e mezzo. Durante questo periodo sono stato responsabile di tutte le pubblicazioni della Camera, oltre all'organizzazione di seminari ed eventi di supporto al made in Italy in Cina.


La valigia non l'ho mai riposta e il primo di ottobre del 2009, poche ore dopo aver lasciato l'ufficio in cui ho lavorato per oltre due anni, sono partito per Calcutta e da lì per alcuni mesi di viaggio, cose mie, ristrutturazioni in corso. Sono seguiti altri mesi di studio intensivo della lingua cinese e poi tanto tempo dedicato a quello che mi piace fare, vivendo con partecipazioni a progetti di marketing, sviluppo di attività enogastronomiche, alcuni servizi fotografici ed iniziando anche a collaborare alla rubrica "Lettere dalla Cina" di AgiChina24.


Il mio ultimo compleanno, il ventottesimo, l'ho festeggiato a casa, in Italia. Una giornata tranquilla come il sole di primo autunno, una passeggiata per i campi umidi e boschi di castagni arrossati. Li chiamano "ritorni a casa", e credo che da fuori in effetti facciano questa impressione. Perché lo sono. Dopo aver vissuto e viaggiato abbastanza a lungo negli immensi spazi di Cina, dove uno spazio è stato dato anche me, sono tornato e mi sono preso il tempo di ripercorrere i luoghi dove sono cresciuto, con calma, visitando tutto come se fosse nuovo. Per farlo mi sono portato un paio di occhi orientali, una ragazza di Cina che con la sua valigia e una curiosità indomabile mi ha gentilmente costretto a rivedere tutto, a capirlo con chiarezza sufficiente a spiegarglielo.


Dalle genti di Cina ho portato via la semplicità della vita pratica, quel che serve a spostarsi e a fermarsi, a costruirsi e a costruire. Continuo da qui"

 

 

 

Conduce Valeria Manieri (redattrice di Radio Radicale).

 

In studio Alessandra Spalletta (coordinamento AgiChina24.it)