RIDUZIONE DEI PROFITTI PER LE IMPRESE DI STATO

Pechino, 19 ott. - Negli ultimi nove mesi il giro d'affari egli utili delle imprese e delle holding di stato sono diminuitirispetto allo scorso anno mentre le imposte sono aumentate, e'quanto emerge dal rapporto mensile del Ministero delle finanzepubblicato il 19 ottobre. Il rapporto comprende statisticheriguardanti imprese centrali, locali (di municipalita' soggetteal governo centrale, di regioni autonome e di singole citta') eholding di proprieta' statale. Secondo i dati del rapporto, ilfatturato complessivo delle imprese statali del paese dagennaio a settembre 2009 ammonta a piu' di un bilione e 550miliardi di euro, con un calo dell'1,7% rispetto all'annoprecedente e una riduzione dell'1,8% rispetto al periodogennaio-agosto, a settembre si e' registrata una recessione del9,1% rispetto all'agosto dello stesso anno. Il profittocomplessivo delle imprese centrali, pari a piu' di 976 miliardidi euro, ha subito una perdita dello 0,5%, registrando asettembre un calo dell'8,3% rispetto ad agosto; le entratedelle imprese di stato locali, pari a piu' di 574 miliardi dieuro, hanno conosciuto un calo del 3,7% rispetto all'annoprecedente e del 10,5% da agosto a settembre. Prima disettembre il fatturato complessivo delle imprese stataliammontava a piu' di 91 miliardi di euro, evidenziando un calodel 17,6% rispetto all'anno precedente e del 2% rispetto adagosto, con una perdita del 12% a settembre rispetto al meseprecedente. Il fatturato delle imprese centrali, pari a piu' di66 miliardi di euro, ha subito una perdita del 13% rispettoallo scorso anno, e del 17,1% tra agosto e settembre; leimprese locali i cui profitti sono stati pari a piu' di 2miliardi di euro, hanno registrato un calo del 27,8% e del 1,1%tra agosto e settembre. Stando ai dati del Ministero, prima disettembre le imposte delle imprese statali sono aumentate del3,7%. Nel frattempo l'ammontare delle spese e' diminuito dello0,6%. Il margine di profitto delle vendite e' stato pari al5,9%, con un calo dell'1,1% rispetto allo scorso anno; il tassodei profitti e delle spese e' dunque diminuito del 6,3%, con uncalo dell'1,3% rispetto all'anno scorso. Il valore delleattivita' e' pari al 6%, con un calo del 2,2%. Inoltre lerimanenze di merce delle imprese statali sono aumentate del7,7% rispetto all'anno precedente, con un tasso di circolazionedelle merci di 3,2 volte inferiore, rallentato di 0,3 volterispetto all'anno precedente. Per quanto riguarda i settoriindustriali, prima di settembre l'industria petrolchimica,automobilistica e immobiliare hanno registrato un incrementonei profitti; l'industria della rete elettrica e quella deitrasporti marittimi hanno ridotto le perdite; il tasso disconto dei proditti delle industrie del petrolio, del ferro edell'acciaio, dei metalli non ferrosi e di quella elettrica hasubito un ulteriore rallentamento.