RICOSTRUZIONE POST-SISMICA DELLE SCUOLE NEL SICHUAN

Chengdu, 28 aprile - Un anno dopo il disastro che ha colpito ilSichuan, provincia a sud-ovest della Cina, sono iniziati ilavori di costruzione e di apertura di nuove scuole. I nuoviedifici scolastici sono molto piu' resistenti e, secondo WeiQiang, un ingegnere del Sichuan che ha contribuito al progetto,possono resistere persino a scosse sismiche di nono grado dellascala Richter. Li Qiang, vice direttore della nuova scuolaLeigu Township, stima che il costo della nuova struttura possaraggiungere dai 224 ai 337 euro per metro quadrato, quattro ocinque volte il costo degli edifici precedenti. Dopo ilterremoto, che ha portato la morte e la scomparsa di circa 80mila persone, si e' sollevata una forte ondata di critiche. Lapessima qualita' delle strutture scolastiche e' stataconsiderata la causa della morte di molti studenti. Li Qiangricorda che la vecchia scuola crollata, costruita negli anni80, poggiava su blocchi di cemento senza una solida strutturain acciaio. Nella scuola media Beichuan erano state usate soloquattro barre d'acciaio per ogni parete invece che otto, comemostrano i progetti tecnici. Durante la visita dello scorsoanno nel Sichuan, il presidente Hu Jintao ha promesso che lescuole diventeranno posti sicuri, anche a distanza di anni erappresentano l'obiettivo principale della ricostruzione. Lestatistiche rivelano che circa 3.340 scuole devono esserericostruite: circa 1.937 sono in fase di costruzione e 278 sonoappena state terminate. Peng Xingkui, manager dell'aziendaXindi Construction, ha dichiarato che le nuove strutturesaranno realizzate con lastre d'acciaio e gomma nei muri, cosi'da creare un effetto molla: "quando c'e' un terremoto,l'acciaio e la gomma insieme formano un cuscinetto che puo'attutire la scossa". La provincia del Sichuan ha dichiaratoche, entro la fine del 2009, il 95% degli studenti riprendera'a fare lezione nelle scuole, piuttosto che nelle tende o neicontainer. Nel meeting tenuto lo scorso anno dal premier Wen Jiabao e'stata passata la legge sulla prevenzione contro i terremoti:entrera' in vigore il 1� maggio. Secondo la legge, le scuole egli ospedali devono essere progettati per resistere a forti eviolente scosse sismiche. Inoltre, la Red Cross Society cineseha pubblicato libri e guide per studenti da usare in casi diemergenza: "in questo modo, si puo' imparare ad agire, ascappare e ad aiutarsi reciprocamente in situazioni dipericolo".